Assobalneari-Confindustria Attualità Sindacati e associazioni

I sindacati chiedono incontro con i ministri

La lettera inviata ai ministri Gnudi, Moavero e Passera da parte di Assobalneari, Sib, Fiba e Cna Balneatori

Roma, 2 dicembre 2011

Onorevole Ministro,

con la presente, le scriventi organizzazioni rappresentative delle imprese turistiche che operano nel settore della balneazione, chiedono alla S.V. un incontro al fine di esaminare ed illustrare le problematiche che affliggono oltre 30.000 piccole e medie imprese.

Infatti, le imprese che operano sul demanio marittimo (alberghi, campeggi, ristoranti, stabilimenti balneari, imprese nautiche, ecc.) si trovano attualmente a dover affrontare, oltre alle difficoltà per il ciclo economico negativo, soprattutto l’incertezza normativa che riguarda la loro stessa sopravivenza.

A tal riguardo si ricorda che, su sollecitazione della CE che ha aperto una formale procedura di infrazione al riguardo, con l’art. 1, comma 18 della legge n. 25 del 26 febbraio 2010 si è soppresso il rinnovo automatico delle concessioni demaniali marittime, così come previsto dall’art. 37 del codice della navigazione, che ha assicurato per decenni la stabilità delle imprese italiane che operano nella balneazione.

Tale situazione ha determinato, oltre alla completa e totale paralisi di ogni investimento in questo settore (la cui vitale importanza per l’economia del Paese, non solo turistica, è del tutto evidente), anche l’affacciarsi, con la complicità di una burocrazia non sempre affidabile, di appetiti criminali sulla gestione di questi servizi, in diverse parti del territorio nazionale (soprattutto, ma non solo, meridionale).

Di qui l’urgenza di costruire un nuovo quadro normativo per l’intero settore, così come disposto dal comma 18, dell’art. 1, della sopra citata legge 252010 e dall’articolo 11, comma 2, dell’AS n. 2322-B (legge comunitaria 2010) approvata definitivamente dal Senato nella seduta pomeridiana del 30 novembre 2011, in grado di assicurare quelle certezze di durata e di sopravvivenza, che si rivelano condizione indispensabili per favorire gli investimenti e la crescita delle imprese interessate.

L’urgenza di un intervento normativo è costituita, infine, dalla necessità di favorire un significativo contributo da parte di questa categoria di imprese turistiche alla crescita economica del nostro Paese così come previsto dal punto 3.2. , lett. H, del nostro PNF nell’ambito della strategia Europa 2020.

Il presidente di Assobalneari Italia-Confindustria: Fabrizio Licordari

Il presidente di Sib-Confcommercio: Riccardo Borgo

Il presidente di Fiba-Confesercenti: Vincenzo Lardinelli

Il presidente di Cna Balneatori: Cristiano Tomei

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Assobalneari Italia Federturismo Confindustria

Assobalneari Italia è l’associazione che riunisce le imprese balneari aderenti, a livello nazionale, al sistema Federturismo Confindustria.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.