Assobalneari-Confindustria Attualità Sindacati e associazioni

I sindacati al governo: ‘Vogliamo il tavolo promesso’

Lettera congiunta dei quattro sindacati balneari per rinfacciare al governo Monti l'inattività nei confronti del settore in crisi.

Onorevoli Ministri,

in questi ultimi giorni sono comparse sulla stampa, e non solo, indiscrezioni circa la prossima presentazione al Consiglio dei Ministri di una proposta di decreto legislativo in attuazione dell’art. 11, comma secondo, della legge 217/2011.

Le scriventi associazioni confidano e chiedono che, in conformità a quanto concordato il 23 febbraio scorso, un provvedimento di così vitale importanza per il futuro delle nostre imprese e del turismo balneare italiano, venga preventivamente discusso e condiviso al tavolo tecnico in quella stessa riunione istituito.
 
A tal proposito dobbiamo constatare che, a distanza di diversi mesi, questo tavolo tecnico di approfondimento della complessa problematica relativa alla gestione del demanio marittimo e specificamente delle modalità di rilascio e rinnovo delle concessioni demaniali, non solo non è mai stato convocato ma, addirittura, non si hanno notizie di alcun passo, né formale né informale, del ministro Moavero Milanesi presso le autorità comunitarie per un approfondimento circa una possibile deroga, o analogo provvedimento alla cd Direttiva Bolkestein, come pure era stato dallo stesso anticipato e assicurato nel corso dell’incontro dianzi citato.
 
Ribadiamo pertanto l’assoluta necessità che si convochi quanto prima un incontro, rappresentando lo stato di grave preoccupazione e frustrazione, non certo di arrendevolezza, che le continue e più diverse indiscrezioni creano nei nostri associati, aumentando quel senso di precarietà ed incertezza, se non di vera paura che, sommato alle generali difficoltà economiche ed all’avvio sicuramente negativo della stagione in corso, rischia davvero di rendere l’estate 2012 tra le peggiori di questi ultimi decenni.
 
Siamo fiduciosi che questa ragionevole richiesta (del resto analoga a quella dell’Anci, dell’Upi e, da ultimo e a conferma di precedenti prese di posizione, della Commissione turismo delle Regioni del 12 giugno 2012) verrà accolta anche al fine di evitare che l’auspicabile serenità delle vacanze estive venga turbata o sostituita da manifestazioni di protesta che potrebbero anche arrivare alla totale e generalizzata sospensione dei servizi di spiaggia da parte di tutte le imprese balneari italiane con comprensibili drammatiche conseguenze economiche e sociali.
 
Vincenzo Lardinelli (Fiba Confesercenti); Fabrizio Licordari (Assobalneari Confindustria); Cristiano Tomei (Cna Balneatori); Riccardo Borgo (Sib Confcommercio)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Assobalneari Italia Federturismo Confindustria

Assobalneari Italia è l’associazione che riunisce le imprese balneari aderenti, a livello nazionale, al sistema Federturismo Confindustria.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.