Attualità

“Governo non attenda decisione Corte Ue per avviare mappatura spiagge”

Gasparri (Forza Italia): "La direttiva Bolkestein non c'entra con le imprese balneari"

«La decisione del parlamento italiano di tutelare le imprese balneari non deve rimanere priva di seguito». Lo afferma il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri, vicepresidente del Senato. «Mentre si annunciano decisioni della Corte di giustizia europea, e altri organismi nel nostro paese continuano a discettare in maniera fantasiosa, il governo e il parlamento devono assumere iniziative affinché la salvaguardia di un settore strategico per la nostra economia prevalga su interpretazioni errate e infondate della direttiva Bolkestein o su decisioni cervellotiche di organismi italiani o internazionali».

«La direttiva Bolkestein non c’entra con le imprese balneari», prosegue Gasparri. «La tutela della continuità di queste aziende è fondamentale per la nostra economia. Pertanto credo che dobbiamo assumere delle iniziative, in particolare attraverso il governo, per dare seguito a quanto la Camera e il Senato hanno votato», afferma il senatore riferendosi al rinvio del termine per effettuare la mappatura delle concessioni e alla proroga di un anno dei titoli, stabiliti dal decreto milleproroghe. «Abbiamo più che ragione nel sostenere questa scelta, che ha molte motivazioni giuridiche e amplissime motivazioni di natura economica e sociale».

Conclude Gasparri: «Peraltro bisogna realizzare la famosa mappatura per verificare come la risorsa spiaggia non sia scarsa e ci sia ampio spazio per nuove imprese. Questo adempimento è urgente perché deve anche servire a evitare ulteriori decisioni arbitrarie. Quindi nessuna attesa passiva fino alla data del 20 aprile, ma operosa attività sia di chi deve fare la mappatura, sia di chi deve difendere le libere e sovrane scelte del parlamento della Repubblica italiana».

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: