Lazio

Falsi requisiti per vincere gare spiagge, tre denunce

Avevano mentito al fine di ottenere una concessione a Gaeta

Tre persone sono state denunciate dai carabinieri di Gaeta per avere falsato i propri dati al fine di partecipare a un bando per l’affidamento di una concessione balneare. Si tratta di due uomini e una donna rispettivamente di 50, 23 e 63 anni, tutti residenti nella località laziale. Il reato contestato dalle forze dell’ordine è quello di falso ideologico.

I tre sono ritenuti responsabili di avere attestato falsamente di possedere i requisiti personali e imprenditoriali indispensabili alla partecipazione a una gara pubblica bandita dal Comune di Gaeta il 25 marzo 2021, denominata “Gaeta mare sicuro”, per l’affidamento dei servizi o l’organizzazione delle tratte di spiagge libere. La gara metteva in palio alcuni tratti di spiaggia a Fontania, Arenauta-Scissure e Sant’Agostino per una concessione di 6 anni.

I tre soggetti erano stati successivamente esclusi dalla gara e ora è arrivata la denuncia. Per il momento si tratta di un caso isolato, ma se tutte le concessioni balneari italiane andranno a gara come previsto dalla legge sulla concorrenza, il rischio che questi episodi possano ripetersi di frequente, in assenza di controlli stringenti, è purtroppo molto elevato.

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: