Emilia-Romagna

Emergenza coronavirus, Cassa di Ravenna stanzia 2 milioni di euro per stabilimenti balneari

Il sostegno finanziario, a tasso agevolato, ammonta a un massimo di 100 mila euro per ogni impresa

La Cassa di Ravenna spa, per sostenere con immediatezza gli stabilimenti balneari e le imprese associate a Cooperativa Spiagge Ravenna (oltre 200 imprese balneari situate nella fascia litoranea compresa tra Casalborsetti e Lido di Savio) colpite dall’impatto economico causato dall’emergenza coronavirus, ha immediatamente messo a disposizione un primo plafond di due milioni di euro per finanziamenti agevolati agli stabilimenti balneari associati, atti a fronteggiare la negativa congiuntura economica. Tali finanziamenti, a condizioni e tassi particolarmente vantaggiosi e senza costi di istruttoria, sono riservati a tutti coloro che attestino di aver subito danni in relazione alla emergenza sopra indicata.

I finanziamenti possono essere erogati, per singolo beneficiario, fino a un massimo di 50.000 euro attraverso apertura di credito in conto corrente, della durata massima di 18 mesi; oppure con finanziamenti chirografari della durata massima di 36 mesi e importo massimo per singolo beneficiario di 100.000 euro.

«Accogliamo con grande soddisfazione il sostegno finanziario messo in campo dalla Cassa di Ravenna», dichiara il presidente della Cooperativa Spiagge Ravenna Maurizio Rustignoli. «Un modo concreto e veloce per essere al fianco delle imprese balneari aderenti alla nostra cooperativa e una chiara dimostrazione di fiducia, molto importante in questo difficile momento, per le imprese balneari del nostro territorio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Avatar

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale di riferimento per il settore turistico balneare.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *