Attualità

Croatti (M5S): “Su concessioni balneari, governo sempre più assente”

«Nel question time di oggi alla Camera dei deputati è stato posto con forza il problema delle concessioni demaniali marittime (scadute, lo ricordiamo, il 31 dicembre scorso) e della mancata applicazione della direttiva Bolkestein, che potrebbe costare al paese e a tutti i cittadini una costosa infrazione comunitaria. La risposta del governo è stata nulla, assente, esattamente come la ministra competente Daniela Santanchè, che ha preferito non presentarsi in aula e si è fatta sostituire da un collega». Lo denuncia il senatore del Movimento 5 Stelle Marco Croatti.

«Anche oggi in aula l’esecutivo ha dimostrato la sua incapacità di trovare una soluzione alle ripetute sollecitazioni della Commissione europea e a quella del presidente della Repubblica, ma soprattutto continua a non rispondere ai quesiti che poniamo da mesi su come correggere gli errori legati alle scandalose proroghe e alle mappature creative», prosegue Croatti. «La conseguenza è sotto gli occhi di tutti, con i Comuni e l’intero comparto turistico balneare gettati nel caos».

Conclude il senatore del Movimento 5 Stelle: «A nulla sono serviti i nostri appelli affinché si tornasse alla riforma contenuta nella legge sulla concorrenza del governo Draghi (la legge 118/2022, NdR) e frutto del lavoro del Movimento 5 Stelle. Il futuro del comparto disegnato da questo pessimo governo ci porta a un orizzonte di ricorsi, denunce e una procedura di infrazione. Si prospettano tempi duri per le località balneari italiane».

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: