Porti e ormeggi

Confindustria: “Economia del mare strategica per la crescita dell’Italia”

L'associazione elabora un progetto per lo sviluppo del settore, che prevede la riforma del Codice della navigazione

«L’economia del mare è uno dei driver strategici per la crescita del nostro paese». Lo sottolinea Confindustria nel suo rapporto “Progetto Mare”, in cui ha elaborato una serie di proposte su governance, riforme e semplificazioni amministrative, politiche industriali orientate alla transizione energetica e digitale, sviluppo infrastrutturale e intermodale, riqualificazione e rilancio della portualità turistica e sviluppo della filiera ittica.

«Secondo gli studi della Commissione europea (“The EU Blue Economy Report”, 2021), l’Italia nel 2018 vantava complessivamente per l’intero comparto un’occupazione di quasi 530 mila unità, un fatturato di 82,2 miliardi di euro, un valore aggiunto di 23,8 miliardi, profitti lordi per 10,7 miliardi e investimenti per 2,4 miliardi», fa presente Confindustria.

Tra le proposte messe sul tavolo, l’associazione degli industriali suggerisce l’istituzione di un “Ministero del mare” in modo da valorizzare la “risorsa mare”; quindi riformare il Codice della navigazione e adottare il regolamento attuativo del Codice della nautica; ridurre gli oneri amministrativi sulle navi battenti bandiera italiana; costituire un «effettivo level playing field» della navalmeccanica europea per «eliminare il dumping strutturale da parte dei paesi dell’Asia orientale» attraverso una «regolamentazione dei sussidi esteri» e l’utilizzo dei «sostegni pubblici europei». E ancora, condividere in sede Imo (Organizzazione Marittima Internazionale) la normativa ambientale; definire un’unica cornice regolatoria e introdurre driver tecnologici standardizzati per la digitalizzazione della filiera logistica portuale; elaborare una politica industriale dedicata al settore; applicare il “modello Genova”, laddove possibile, anche per le opere portuali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.