Attualità

Concessioni balneari, storia e prospettive

Ripercorriamo in dodici minuti gli eventi degli ultimi quindici anni, per capire quali sono gli scenari con cui il settore deve oggi fare i conti

Perché siamo arrivati alla sentenza del Consiglio di Stato che ha imposto di riassegnare le concessioni balneari tramite gare pubbliche entro il 2023? E quali solo le prospettive future del settore? Lo spieghiamo in dodici minuti nel video qui sopra, che ripercorre le vicende delle concessioni balneari italiane dalla legge 88/2001 che ha introdotto il rinnovo automatico dei titoli fino alla recente sentenza del Consiglio di Stato che ha annullato la proroga al 2033 e imposto la riassegnazione tramite gare pubbliche entro due anni.

Guardare a quanto accaduto negli ultimi quindici anni è fondamentale per comprendere quali sono gli inevitabili scenari che attendono le imprese balneari, le quali dovranno per forza affrontare un nuovo e non più rinviabile regime normativo.

Il video riassume tutti i tentativi di riforma presentati al settore, dalla “bozza Fitto” alla legge 145/2018 passando per la “bozza Gnudi” e il “ddl Arlotti-Pizzolante”, e traccia il quadro della situazione attuale.

© Riproduzione Riservata

Alex Giuzio

Dal 2008 è giornalista specializzato in economia turistica e questioni ambientali e normative legate al mare e alle coste. Ha pubblicato "La linea fragile", un saggio sui problemi ecologici delle coste italiane (Edizioni dell'Asino, 2022), e ha curato il volume "Critica del turismo" (Grifo Edizioni 2023).
Seguilo sui social: