Attualità Cna Balneari Sindacati e associazioni

Balneari, Regioni: si riparte dall’intesa del marzo 2015

Tomei (Cna Balneatori): ''Le Regioni devono essere compatte insieme alle imprese per chiedere 30 anni di proroga ed esclusione dalle aste''.

Sulla trattativa per la riforma delle concessioni balneari, le Regioni ripartiranno dall’intesa stretta lo scorso marzo 2015.

Nel frattempo, Cna Balneatori ha tracciato il suo percorso per arrivare forti e compatti al confronto con il governo. Così dichiara il presidente Cristiano Tomei: «Le Regioni devono essere compatte insieme alle imprese per aprire un vero confronto con il governo che porti a una soluzione normativa chiara e netta: 30 anni di proroga senza limiti per la vita delle aziende balneari. Il confronto con le Regioni, articolato in questi mesi da Cna Balneatori, continua per giungere a un solo obiettivo finale: no alle aste. Il 2 marzo a Cervia, in Emilia-Romagna, il nostro incontro con le imprese balneari è finalizzato a questo obiettivo».

Per visualizzare la cronologia dei prossimi avvenimenti sindacali di Cna Balneatori, il documento sindacale di Cna Balneatori presentato alla Conferenza delle Regioni per il turismo e il resoconto dettagliato dell’audizione, della discussione e dell’esito finale, rimandiamo a www.cnabalneatori.it.

comunicato di Cna Balneatori

© Riproduzione Riservata

Cna Balneari

Cna Balneari è la sezione di Cna (Confederazione nazionale dell'artigianato e della piccola e media impresa) che associa i titolari di stabilimenti balneari.
Seguilo sui social: