Attualità

Balneari, Croatti (M5S): “No ad altre proroghe, infrazione Portogallo è monito anche per Italia”

Il senatore pentastellato attacca il centrodestra: "Irresponsabile promettere diritti di preferenza a concessionari uscenti"

«In questa importante fase per la definizione della nostra riforma delle concessioni demaniali, la procedura di infrazione che la Commissione europea ha aperto nei confronti del Portogallo deve rappresentare un segnale e anche un monito verso chi, nel dibattito parlamentare, continua a paventare proroghe, periodi transitori o requisiti preferenziali per gli attuali concessionari». Lo afferma il senatore del Movimento 5 Stelle Marco Croatti.

«Quello che la Commissione europea contesta – sottolinea il senatore – è il diritto di preferenza conferito dalla legislazione portoghese agli attuali operatori e ritenuto incompatibile con i principi della direttiva Bolkestein. La Commissione europea, una volta di più, ha confermato di comportarsi in modo coerente nei confronti dei paesi dell’Unione e non possiamo correre il rischio di paralizzare un comparto strategico del nostro paese arrivando in ritardo al gennaio 2024, data in cui dovranno essere riassegnate tutte le concessioni, per l’irresponsabilità della forze politiche di centrodestra che continuano a promettere diritti di preferenza agli attuali concessionari».

«L’infrazione portoghese conferma la bontà e la serietà della posizione del MoVimento 5 Stelle sul tema», conclude Croatti. «La direttiva Bolkestein non si può aggirare e deve diventare l’opportunità e l’occasione per il nostro paese per rafforzare la sua offerta turistica balneare. La riforma delle concessioni demaniali può portare innovazione, sostenibilità, maggiore occupazione e maggiori introiti per i territori con cui aumentare i servizi per tutti i cittadini. Non possiamo però perdere ulteriore tempo con l’ostruzionismo o le richieste irricevibili di alcune forze politiche. La strada è segnata e la Commissione europea l’ha ribadito ancora una volta in modo chiaro. La politica tutta ora mostri responsabilità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:
  1. Nikolaus Suck says:

    Interrogazione e risposta di Breton e vabbé. Ennesimo convegnetto e vabbé. Ora una dichiarazione politica più o meno inutile e irrilevante che presumibilmente farà da ulteriore sfogatoio e vabbé pure. Ma un commento dell’ultima sentenza della Cassazione, che mi pare anche qui abbia riscosso interesse ed interrogativi ben maggiori, no?

  2. Apparte il fatto che e’ l’anci che ha chiesto più tempo perché ritengono non esserci le tempistiche……poi non vedo l’ora di andare ad elezioni per vedervi sparire!!! Sembra che se non rovinate la vita hai nostri figli non siete contenti!!!!

  3. croatti noi non siamo il portogallo e non c e ne frega assolutamente niente dei burocrati di bruxelles .pensa a trovarti un lavoro perche’ alle prossime elezioni(a breve ) sarai fuori .incopetente.mettiti bene in testa che tutto quello che farete sara’ cancellato dal prossimo governo per avere i nostri voti. e sappiamo gia’ chi andra’ ..non certamente personaggi come te volta e gabbana…buffone. avete tirato troppo la corda e la gente e’ inferocita .ma ndo cazzo vivi.la magistratura poi e’ il colmo dei colmi.trattare da criminali chi lavora onestamente mentre lascia elargire 9 miliardi hai benetton dopo che hanno ammazzato 50 persone.noi chi abbiamo ammazzato? i magistrati farebbero bene a mettere i piedi in terra e essere giudicati ( in caso di errori giudiziari)come noi normali cittadini, no che si adirano rifiutando un referendum che giustamente chiede che non siano privilegiati e giudicati se sbagliano rovinando la vita delle persone. le aste fattele per mettere un cervello nuovo. caro croatti ti sembra normale che l acqua per cui il 99,% della popolazione ha votato nwl referendum pwr essere pubblica sia data a privati e grandi gruppi? col cazzo che ne parli pagliaccio.

  4. La prima volta che che ho parlato con questo soggetto mi è rimasto impresso come era vestito le scarpe a punta capelli da bullo dopo una discussione accesa è sparito e si è sempre negato sono curioso cosa si metterà a fare dopo le elezioni grillo sei un fenomeno lo ai scelto nel mazzo

  5. Ora mai la politica è asservita al potere economico(vedi affermazioni del presidente del consiglio sulla pace e i climatizzatori)il senatore m5s non so se è asservito al padrone di turno,ho fa dichiarazioni retoriche,senza conoscere bene il panorama dei balneari, tra i quali ci sono pmi che saranno (forse)messe fuori dal mondo del lavoro,con ripercussioni sociali,e umane,ma forse questo non interessa ai pro aste a tutti i costi.grazie per l’appoggio umano.

  6. ………bisogna anche dire se il mondo balneare si trova in questa situazione di confusione e di incertezza è dovuta anche dal fatto che una parte di balneari e di loro associazioni di categoria si sono opposti sempre a riformare il settore per mantenere il loro status quo di privilegio… e nel contempo anche una parte di politica, in cambio di promesse elettorali, si è fatta influenzare non riformando l’intero settore ( come è successo alla riforma proposta dall’‘onorevole Pizzolanti nel 2017 che offriva buone garanzie ai concessionari uscenti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.