Attualità Sib-Confcommercio Sindacati e associazioni

Balneari, Capacchione (Sib) incontra i leader della Lega

Il presidente del sindacato di Confcommercio ha sollecitato ai ministri Salvini e Centinaio una rapida soluzione al problema Bolkestein.

Il presidente nazionale del Sib-Confcommercio Antonio Capacchione ha incontrato nei giorni scorsi il ministro degli interni Matteo Salvini e il ministro del turismo Gian Marco Centinaio, per sollecitare ai massimi vertici della Lega una rapida soluzione ai problemi vissuti dagli imprenditori balneari a causa della direttiva europea Bolkestein.

L’incontro con Salvini è avvenuto in occasione della sesta edizione della giornata nazionale “Legalità mi piace”, che si è svolta mercoledì nella sede di Confcommercio a Roma. «Non abbiamo più tempo da perdere – ha detto Capacchione al vicepremier – nelle more di approfondimenti con l’Europa e tecnico-giuridici è urgente e non rinviabile inserire nella manovra di stabilità la messa in sicurezza del settore con una lunga durata delle concessioni demaniali vigenti, anche per permettere il ripristino della funzionalità delle aziende danneggiate o distrutte dalla furia della natura con le recenti mareggiate».

«Al termine del colloquio – riferisce Capacchione – Salvini ha assicurato il proprio impegno d’intesa con il ministro del turismo Gian Marco Centinaio. Ho ringraziato il vicepremier a nome della nostra organizzazione e degli imprenditori balneari tutti, consegnandogli un breve promemoria».

E proprio con Centinaio, il presidente del Sib si era già incontrato la settimana precedente sempre alla sede della Confcommercio a Roma, in occasione dell’assemblea nazionale della Fipe dal titolo "Il cibo è cultura". «Capacchione ha chiesto al ministro del turismo in quale modo il sindacato può essergli d’aiuto per raggiungere l’obiettivo che si è prefissato, cioè sottrarre le concessioni demaniali marittime italiane dalla direttiva Bolkestein», rende noto un comunicato del Sib.

«Un contributo al governo, quello del Sib, per tenere fede alla promessa elettorale. Il tavolo sulla Bolkestein non esclude un lavoro parlamentare per l’introduzione di misure di salvaguardia del settore che diano una più lunga durata alla concessioni vigenti o che risolvano il problema dei pertinenziali, dell’Iva, della Tari o della sospensione dello smontaggio. In pratica il tavolo della Bolkestein non può costituire un espediente per il parlamento per non intervenire con norme giuridiche imposte dalla gravità della situazione».

© Riproduzione Riservata

Sib Confcommercio

Il Sindacato italiano balneari si è formalmente costituito il 14 dicembre 1960 e, attraverso la Federazione Italiana Pubblici Esercizi (FIPE), aderisce alla Confcommercio - Confturismo.
Seguilo sui social: