Attualità

Animali in spiaggia, la Regione Puglia uniforma le regole

Approvata all'unanimità la proposta di legge che mette fine alla disparità di regolamenti tra i diversi Comuni.

È stata approvata all’unanimità dal consiglio regionale della Puglia la proposta di legge su “Norme per l’accesso alle spiagge degli animali da affezione”, a prima firma del consigliere Gianluca Bozzetti (Movimento 5 Stelle).

«Grazie a questa legge – dichiara Bozzetti – sarà regolamentato l’accesso dei cani sulle spiagge, fino a oggi affidato alla discrezionalità dei Comuni e dei gestori degli stabilimenti balneari. Non si poteva continuare in questo modo, dal momento che oramai anche in Puglia una persona su due possiede un animale domestico».

Secondo quanto vuole stabilire la proposta di legge, nelle spiagge libere appositamente individuate dai Comuni o in quelle oggetto di concessione, in cui i gestori decidono di realizzare un’area attrezzata per l’accesso degli animali da compagnia, saranno previsti specifici spazi per il ristoro, l’abbeveraggio e il gioco, dove i cani potranno liberamente muoversi, correre e giocare purché siano sempre sotto la sorveglianza del conduttore. Sia nelle spiagge libere attrezzate che in quelle cosiddette “animal friendly”, quindi, verranno affissi appositi cartelli multilingue contenenti le prescrizioni per l’accesso alle spiagge degli animali da compagnia e per la corretta convivenza con i bagnanti nel rispetto delle normative igienico sanitarie vigenti.

«Invitiamo adesso sia i Comuni che i concessionari delle spiagge – prosegue Bozzetti – a rendere operativa la norma individuando le spiagge libere su cui poter realizzare le aree attrezzate per i cani, dandone opportuna comunicazione entro il 30 marzo di ogni anno. Vogliamo tutelare la salute pubblica e l’ambiente, promuovendo la protezione degli animali e l’educazione al loro rispetto».

Conclude il consigliere pentastellato: «Ringrazio l’intero consiglio regionale per la sensibilità dimostrata nei confronti di questo argomento. Gandhi diceva che “la grandezza e il progresso morale di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali”. Questo è il principio che ha ispirato la nostra proposta di legge, con la quale vogliamo provare a realizzare, anche sul territorio regionale, un rapporto sempre più corretto tra uomo e animali domestici».

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: