Attualità

Addio a Emiliano Favilla, pioniere della lotta balneare

Si è spento a 76 anni il toscano fondatore del "Comitato salvataggio imprese e turismo"

È venuto a mancare questa mattina Emiliano Favilla, storico imprenditore balneare di Lido di Camaiore e fondatore del “Comitato salvataggio imprese e turismo italiano” che ha acceso per primo i riflettori sui problemi generati dalla direttiva europea Bolkestein per le concessioni demaniali marittime. Instancabile lottatore, Favilla si è spento all’età di 76 anni a causa di una malattia.

Con il “Comitato salvataggio imprese e turismo italiano”, fondato nel 2008, Favilla ha organizzato innumerevoli manifestazioni in tutta Italia per protestare contro la messa a gara degli stabilimenti. Tra i primi ad accorgersi del problema rappresentato dalla Bolkestein per gli imprenditori della spiaggia, Favilla ha avuto il merito di sensibilizzare colleghi, politici e opinione pubblica con presidi di piazza e originali iniziative come la carovana di balneari in camper fino a Bruxelles.

In seguito alla notizia della scomparsa, sul profilo Facebook di Favilla stanno arrivando messaggi di cordoglio dai balneari di tutta Italia. Questo il ricordo di Cristiano Tomei, coordinatore di Cna Balneari: «Un grande saluto a Emiliano, amico e condottiero di tante lotte per la causa dei balneari. Cna Balneari non si discosterà da ciò che ha sempre sostenuto: scongiurare le evidenze pubbliche». Così invece Antonio Capacchione, presidente del Sib-Confcommercio: «Ciao Emiliano. Tante volte su posizioni diverse per lo stesso obiettivo: difendere a ogni costo le nostre aziende e il lavoro dei bagnini italiani. Mai venuto meno il reciproco rispetto e stima. Così dev’essere tra galantuomini, come tu sei stato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.