Federbalneari Puglia

“Turismo e coronavirus, occorre ampliare le spiagge libere con servizi”

Della Valle (Federbalneari Salento) rilancia la proposta per l'estate allo studio dei sindaci pugliesi

«Siamo al fianco dei sindaci circa la possibilità, ipotizzata dal primo cittadino di Lecce Carlo Salvemini, di ampliare le spiagge libere in modo da garantire un servizio completo di vigilanza, salvataggio e pulizia». Lo afferma Mauro Della Valle, presidente di Federbalneari Salento (nella foto), dando il benvenuto alle proposte dei sindaci costieri e invitandoli a dialogare insieme alle associazioni di categoria.

«Non tutto il male viene per nuocere», prosegue Della Valle. «Forse il coronavirus sta compiendo anche un miracolo, dal momento che questo certosino lavoro di condivisione coi sindaci costieri non si era mai avuto prima. Forse quest’anno potremmo finalmente inaugurare l’anno uno del dialogo con le amministrazioni marine; un dialogo che, a partire dai problemi connessi alla pandemia, si allarghi anche ad altre questioni contingenti e mai finora condivise all’unanimità, come su tutti il piano delle coste».

Aggiunge il presidente di Federbalneari Salento: «Valuteremo la nostra idea del noleggio di ombrelloni e lettini insieme alle altre associazioni di categoria. Ora più che mai è giunto il momento di mettere in atto ciò che i primi cittadini ogni anno hanno auspicato, cioè le spiagge libere con servizi, garantendo un sistema tale per cui le amministrazioni possano cedere a una cooperativa (e in questo, largo ai giovani inoccupati!) l’opportunità di noleggiare lettini e ombrelloni, con l’obbligo del servizio di salvataggio e con tutti i presidi medici del caso, ma questa volta senza che le spiagge vengano date in concessione (altrimenti ci vorrebbe un bando). D’altronde il noleggio, che implica l’obbligo di restituzione dei mezzi a fine stagione, è una licenza amministrativa libera, non più contingentata».

«Noi come Federbalneari siamo pronti a formare il personale, avviando dei “meeting online” che possano supportare, sulla base della nostra esperienza decennale, i giovani chiamati a concretizzare questa idea», conclude Della Valle. «Il vantaggio del noleggio è chiaramente quello di evitare l’investimento oneroso che è sotteso all’acquisto delle attrezzature e, un po’ come avviene per le aree parcheggio (l’esperienza pilota la troviamo a Gallipoli), laddove si fa un listino prezzi per le autovetture piuttosto che per le moto e le bici, bisognerebbe creare un vero e proprio listino prezzi anche per le aree di spiaggia libera. L’importante è prenotare preventivamente il servizio in spiaggia per preparare e contingentare i posti disponibili. È giusto che le spiagge libere rimangano tali ma quest’anno bisognerebbe monitorarle, anzitutto dal punto di vista delle presenze, sin dall’arrivo in spiaggia, per evitare pericolosi assembramenti e per far sì che a nessuno venga in mente di mettersi a giocare a calcetto o ad altri sport che implichino un contatto ravvicinato. Naturalmente questa vigilanza non spetta a noi, ma siamo comunque pronti a dare una mano, come sempre».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Federbalneari Italia

Federbalneari Italia è un'associazione di categoria che riunisce le imprese del turismo balneare italiano.
Seguilo sui social:
  1. salve, ho letto il vostro articolo. Vorrei essere contattato perche’ sarei interessato al noleggio di lettini ed ombrelloni per quest’estate .
    Aspetto vostre risposte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.