Attualità

Turismo balneare in netta ripresa, +11% sul 2021

Lo affermano i dati sulle presenze di Assoturismo-Confesercenti

Un’estate di netta ripresa per il turismo nelle località turistiche balneari, che registra un +11% rispetto allo scorso anno. Lo afferma un’indagine di Assoturismo-Confesercenti realizzata dal Centro Studi Turistici di Firenze, su un campione di 1.694 imprese della ricettività. Nonostante ciò, le attese di inizio stagione sono purtroppo rimaste disattese e l’aumento dei costi energetici ha ridotto drasticamente i margini: per l’estate 2022, infatti, l’industria del turismo aveva sperato di riallinearsi ai livelli del 2019, ma l’ondata di contagi di fine giugno, il caro carburanti, il caos negli aeroporti e l’impennata dell’inflazione hanno in qualche modo indebolito la domanda.

I dati, in ogni caso, sono positivi e fanno ben sperare per il futuro. Il trimestre appena concluso ha dunque segnato il “ritorno alla normalità” delle vacanze estive e un importante consolidamento della crescita dei flussi turistici. In base alle informazioni raccolte dall’indagine di Assoturismo, si rileva infatti un aumento complessivo delle presenze del trimestre estivo (giugno-luglio-agosto) pari al +15,5% sul 2021. Per la componente nazionale l’aumento è del +5,1%, mentre la componente straniera sale al +35,4%, anche se resta ancora molto inferiore rispetto ai livelli del 2019 (-20,2%).

Le imprese ricettive hanno ospitato prevalentemente turisti tedeschi, ma anche da Francia, Paesi Bassi, Svizzera, Belgio, Stati Uniti e Regno Unito. Gli aumenti più significativi sono stati registrati soprattutto nelle regioni del nord ovest (+18,5%), del nord est (+16,8%) e del centro (+16,2%). Per le regioni del sud e isole la crescita stimata è del +10,3%.

Venendo ai dati specifici delle località balneari, nel complesso tra stranieri e italiani si è segnata una crescita del +11% circa rispetto al 2021, ma ancora meglio sono andate le località lacustri col +21,9%.

Archiviato il trimestre estivo, l’interesse degli imprenditori è ora sul prolungamento della stagione anche nel mese di settembre. In valori assoluti, la variazione attesa per questo mese, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, è di oltre +2,7 milioni di pernottamenti, per un totale di 44,3 milioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.