Sardegna

Spiagge Teulada e Capo Frasca restituite a pubblica fruizione

La premier Meloni ha firmato il decreto che rimuove le prestigiose aree dai territori di servitù militare

Le spiagge di Porto Tramatzu, Capo Teulada, S’Enna e S’Arca non fanno più parte delle servitù militari presenti in Sardegna. Lo ha deciso un decreto firmato ieri dalla presidente del consiglio Giorgia Meloni, che ha restituito alla pubblica fruizione dei pregiati tratti di spiaggia.

Al termine della seconda guerra mondiale, con la sottoscrizione del piano Marshall, l’Italia si impegnò a concedere agli americani una sede di addestramento e alcune basi militari nel Mediterraneo. Nacquero così negli anni ’50, con l’esproprio dei terreni in alcune Regioni a statuto speciale, le prime servitù militari. La Sardegna ha pagato più di tutti: si tratta infatti di una delle regioni italiane più militarizzate, dove si addestrano gli eserciti di tutto il mondo. Attualmente nell’isola sono migliaia gli ettari di territorio interessati a servitù militari, a cui si aggiunge un vasto tratto di mare dove sono vietate la navigazione e la pesca durante tutto il periodo delle esercitazioni militari. Ma da oggi, alcuni tratti di costa che avevano un enorme potenziale turistico sono stati finalmente restituiti alla collettività: si tratta, nel dettaglio, dell’area della spiaggia di Porto Tramatzu, nel poligono di Capo Teulada con relative pertinenze, della spiaggia di S’Enna e S’Arca, nell’area del poligono di Capo Frasca, e dell’ulteriore porzione di scogliera attigua alla spiaggia di S’Enna e S’Arca.

«Si tratta della conclusione di un lungo iter per la riconquista e la liberazione dalle servitù militari di luoghi simbolo delle rivendicazioni sardiste», commenta il presidente della Regione Christian Solinas. «Ancora una volta il lavoro e il pragmatismo hanno dato i loro frutti. Non è un caso che la via del dialogo sia sempre la più produttiva, anche per affermare diritti sacrosanti dei sardi e tutelare gli interessi della Sardegna».

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: