Campania

Sequestro lidi balneari, accolti i ricorsi degli associati Assodemaniali Campania

Si tratta dei concessionari difesi dall'avvocato Luigi Roma

Il tribunale di Santa Maria Capua Vetere (terza sezione penale, presidente Francesco Rugarli) ha accolto l’istanza di riesame sul decreto di sequestro presentata dall’avvocato Luigi Roma, consulente legale di Assodemaniali Campania, associazione aderente a Oasi Italia. Si tratta dei dieci stabilimenti sequestrati nei giorni scorsi con l’accusa di occupazione abusiva di demanio marittimo.

«Il tribunale per il riesame ha ritenuto evidentemente corretta la mia difesa – commenta l’avvocato Luigi Roma – perciò siamo profondamente soddisfatti dell’accoglimento delle nostre ragioni di merito e attendiamo la pubblicazione delle motivazioni».

Spiega il legale: «Al tribunale di Santa Maria Capua Vetere abbiamo chiesto di trattare in maniera diversa situazioni di tipo diverso che riguardavano i diversi profili di accusa evidenziati dalla procura. Siamo nella legittima convinzione che i balneari si avvalgono di norme di legge che sono state sì dichiarate incompatibili con la normativa europea, ma che nessun giudice civile o amministrativo ha disapplicato a seguito di una richiesta, il cui esperimento spetta pur sempre al Comune di Castel Volturno, a tutela dell’interesse della collettività di fruire delle aree demaniali “libere” da vincoli di sorta».

«Sarebbe restata incomprensibile – conclude l’avvocato Roma – la ragione per la quale gli indagati avrebbero dovuto subire una misura cautelare reale pur vantando una serie ininterrotta di titoli concessori muniti di una loro intima coerenza con la legislazione statale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Oasi Italia

Oasi Italia è una federazione nazionale che rappresenta le imprese demaniali marittime, con sedi in tutte le regioni costiere italiane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *