Sib-Confcommercio

Sangalli: ”Ddl balneari sia più compatibile con la vita delle imprese”

Il presidente nazionale Confcommercio commenta il disegno di legge del governo sulla riforma delle concessioni.

«Tenteremo in ogni sede di rendere l’applicazione di questo provvedimento più compatibile con la vita delle imprese balneari, che hanno fatto investimenti importanti e valorizzato le nostre coste». Lo afferma Carlo Sangalli, presidente nazionale della Confcommercio, riferendosi al disegno di legge sulle concessioni balneari in fase di discussione nelle commissioni Finanze e Attività produttive alla Camera.

«Spesso la distanza percorsa tra le decisioni prese dalle istituzioni europee e la porta di casa dei cittadini e delle imprese sembra molto più grande dei chilometri che ci separano da Bruxelles: ed è stato questo certo il caso della direttiva Bolkestein», scrive Sangalli.in una lettera inviata al Sindacato italiano balneari in occasione del convegno organizzato lo scorso lunedì a Cagliari con il ministro agli affari regionali Enrico Costa.

«La Confcommercio e il Sib si sono battuti in tutte le sedi, hanno incontrato e spiegato le proprie ragioni in Europa come in Italia, consapevoli che questo provvedimento avrebbe compromesso l’attività d’impresa degli stabilimenti balneari e avrebbe determinato un danno per tutto il turismo italiano», prosegue Sangalli.

«Vi assicuro che il nostro impegno continuerà con determinazione: tenteremo in ogni sede di rendere l’applicazione di questo provvedimento più compatibile con la vita delle nostre imprese, particolarmente quelle balneari, che hanno fatto investimenti importanti e hanno valorizzato le nostre coste dando così anche un importante contributo al settore turistico. In questo senso, è certamente di grande valore l’attività di coordinamento e rafforzamento delle azioni reciproche che sta portando avanti il presidente Bertolotti tra il Sib e la Confcommercio».

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: