Confimprese demaniali

Riforma spiagge, Confimprese: “Urge completare mappatura e convocare sindacati”

L'associazione ha elaborato una relazione giuridica ricca di spunti

«Per risolvere la questione balneare, il governo deve effettuare con urgenza tre step indispensabili: ultimare quanto prima la mappatura della costa, approvare una nuova normativa volta a individuare i parametri in base ai quali si possa stabilire se una specifica area demaniale presenti un interesse transfrontaliero certo e se vi sia scarsità della risorsa naturale, e infine rilasciare un unico atto amministrativo che ricomprenda al suo interno sia il titolo concessorio che il titolo edilizio (comprensivo di tutti i pareri e/o nulla osta)». È la richiesta di Mauro Della Valle, presidente dell’associazione Confimprese demaniali, che ha presentato una relazione giuridica elaborata dagli avvocati Leonardo Maruotti e Francesco Romano al fine di argomentare le proprie tesi.

Aggiunge Antonio Cecoro, vicepresidente di Confimprese demaniali: «Auspichiamo che il governo Meloni possa quanto prima comunicare i risultati del Siconbep, cioè la ricognizione di tutti i beni pubblici affidati ai privati, e convocare le associazioni di categoria per iniziare un percorso costruttivo, volto a riformare tutto il comparto turistico balneare. L’auspicio è che il nostro settore possa finalmente uscire da un sistema normativo del tutto incerto e precario, soprattutto per la stabilizzazione e la professionalità di tanti lavoratori».

La relazione giuridica di Confimprese demaniali, redatta dagli avvocati Maruotti e Romano, è articolata in sette pagine e rappresenta una ricostruzione completa e interessante in materia di concessioni balneari. Scarica la relazione in pdf »

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.