Attualità

Mammoletta (Italexit): “Draghi accelera su decreto attuativo perché vuole svendere spiagge”

La denuncia dell'imprenditore balneare candidato in parlamento col partito di Gianluigi Paragone

«Sembra che il premier Draghi abbia già pronto un piano per svendere le spiagge più iconiche nel mondo ad acquirenti stranieri, non curandosi della sorte dei balneari italiani, delle loro oltre trentamila aziende e dell’indotto da esse derivante. Infatti è di ieri l’ipotesi dell’arrivo del decreto delegato sulle concessioni, previsto dal ddl concorrenza, proprio nel mese di settembre». Lo afferma Cosmo Mammoletta (nella foto), imprenditore balneare di Gaeta candidato tra le fila di Italexit.

«Ciò che mi stupisce – prosegue Mammoletta – è che il governo continui ad alimentare la fake news che la messa all’asta delle spiagge italiane sia negli obbiettivi del Pnrr. Inoltre la direttiva Bolkestein, come affermato dal suo ideatore Frits Bolkestein, riguarda i beni e non i servizi, quindi non è applicabile agli stabilimenti balneari».

Conclude l’imprenditore: «Quello che mi sento di chiedere è che venga rimappato il litorale, per appurare che ci sia veramente “scarsità” di risorsa. In caso contrario basta mettere all’asta le spiagge abbandonate e lasciate al degrado».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:
  1. Amico mio questi fanno come le tre scimmiette, non vedo. In sento non parlo. Con tutti i guai che ci sono pensano alle spiagge, a settembre. Come mai tutto questo interesse? Ormai siamo pilotati dall’alta finanza, e il nostro campione ne è un membro di diritto. Poi ci sono i Gaga con la puzza sotto al naso, i grandi giudici amministrativi che ci schifano da lontano. Perché mettiamo in discussione la voce
    del padrone. Dobbiamo essere tutti stipendiati da fame, il piccolo
    Imprenditore non va bene, inceppa l’ingranaggio. Italia di merda

    • Carlo ed Antilobby… Sicuramente questo simpaticone come definite voi non esce da qualche casa popolare ne percepisce reddito di cittadinanza, cosa che ogni qualvolta vi leggo mi assale questa certezza! Sicuramente arriva dal mondo del lavoro, quello serio e reale, quello che manda avanti questo paese ormai malato terminale grazie all’aumento di soggetti come voi.

  2. ……..sempre con la solita storiella (svendita delle spiagge)….. vogliono mantenere lo stato di privilegio e vendere l’azienda come se il terreno fosse suo e non demaniale, dato a loro per un uso limitato nel tempo e nonillimitato come credono loro…..

  3. Nikolaus Suck says:

    Oh, ecco che lo statista inizia a venir fuori in tutto il suo spessore. Multinazionali, concessioni di beni e scarsità, tutti argomenti nuovissimi, inediti, per niente superati e di sicuro impatto, si vede che ha studiato e sa di che parla. Auguri, avanti così!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.