Le innovazioni per le spiagge del XXI secolo

Le dinamiche idee innovative per le spiagge del XXI secolo, di certo, non smettono mai di stupire. Non per nulla, tanto nel campo della progettazione quanto in quello architettonico, sono sempre più forti gli sforzi compiuti per creare infrastrutture innovative, grazie alle quali le spiagge potranno risultare essere ancor di più fruibili a un largo pubblico. D’altra parte, è innegabile che, al di là delle diverse aree culturali, la spiaggia vada a costituire un importante scenario sociale, un territorio fortemente cosmopolita ove le differenze territoriali di provenienza diventano effimere.

Anche nel XXI secolo, quindi, le spiagge raffigurano un contatto con la natura, oltre che di ecumene. Il marketing, di conseguenza, oltre che considerare le diverse innovazioni che la moderna tecnologia mette a disposizione anche delle strutture balneari, non può assolutamente esimersi dal considerare questi forti valori attribuiti alla spiaggia. Gradualmente, nel tempo, i litorali infatti si sono andati a trasformare da semplici spazi pubblici a luoghi turistici ove famiglie con bambini, anziani e via dicendo, si recano per trascorrere un piacevole e rilassante periodo di riposo.

Oltre a ciò, anche in virtù delle diverse e interessanti innovazioni per le spiagge del XXI secolo, è da considerare questi magnifici luoghi anche con usi destagionalizzati, proprio per poter andare a fornire valide alternative a chi vuole fuggire dal caos cittadino verso il mare anche in periodi fuori dai canoni stagionali classici. D’altra parte, che si tratti di una semplice gita o di un viaggio vero e proprio, il mare è una destinazione che è sempre molto apprezzata e di grande successo.

Il mare, blu, grigio, freddo o caldo, è un corpo d’acqua che sa affascinare e attrarre come non mai. Che si sia da soli, in coppia, oppure con amici o familiari, tutti vogliono fare un viaggio al mare. Oltretutto, con le numerose destinazioni e il clima mite che caratterizza gran parte del nostro paese, il mare catalizza l’attenzione in ogni stagione dell’anno.

In altre parole, è giunto il tempo di dare vita a una operazione destagionalizzata coordinata e cooperativa, la quale non potrà mai essere paragonata ad un casino online, proprio perché gran parte delle spiagge italiane sono eccezionali spazi emergenti, oltretutto posizionati in località di rara bellezza naturale.

Quindi, le cosiddette spiagge marine possono avere un ruolo fondamentale in una forma di turismo integrato anche durante i periodi non classici per le vacanze al mare. Caletta Rovaglioso a Palmi in Calabria, Cala Violina a Scarlino in Toscana, Baia dei Saraceni a Finale Ligure in Liguria, Scala dei Turchi a Realmonte in Sicilia, Tonnarella dell’Uzzo a Trapani in Sicilia, Su Giudeu a Domus de Maria in Sardegna, come pure, Torre Sant’Andrea a Lecce in Puglia, Marina di Camerota a Salerno in Campania, Tropea a Vibo Valentia in Calabria e Cala Rossa a Favignana nelle Egadi in Sicilia, sono, andando a concludere, solo alcuni degli esempi di quanto e di come sia felice l’integrazione tra le innovazioni per le spiagge del XXI secolo e il circostante territorio.

© Riproduzione Riservata

L'azienda

Redazione Mondo Balneare

Redazione Mondo Balneare