Ambiente Puglia

La Puglia vieta di usare la plastica in tutte le spiagge

Già dalla prossima estate gli stabilimenti balneari non potranno più vendere alimenti e bevande in contenitori monouso.

Plastica vietata in tutte le spiagge della Puglia. Lo prevede la nuova ordinanza balneare 2019 in corso di approvazione dalla Regione, che ha deciso di bandire l’utilizzo della plastica usa e getta come misura di salvaguardia ambientale.

Ad annunciarlo è stato nei giorni scorsi l’assessore regionale al demanio marittimo Raffaele Piemontese: «Siamo la prima regione in Italia a rinunciare alla plastica per salvare la bellezza del nostro mare», ha detto l’assessore a margine della riunione svoltasi lo scorso giovedì con i rappresentanti dei sindacati balneari e delle associazioni ambientaliste per presentare la prima bozza dell’ordinanza balneare 2019.

«D’intesa con il presidente Emiliano – rende noto Piemontese – ho proposto ai rappresentanti degli stabilimenti balneari, che hanno condiviso all’unanimità, la decisione di dire stop sin da questa stagione estiva alla plastica sui nostri lidi, a favore invece di materiale compostabile e monouso. È un risultato prezioso per l’equilibrio futuro del nostro ambiente marino».

La plastica usa e getta sarà vietata in tutta Europa a partire dal 1° gennaio 2021, in applicazione di una direttiva comunitaria che vieta i contenitori monouso tanto dannosi per l’ambiente. L’abbandono di questi rifiuti, infatti, rappresenta un grave danno ambientale poiché spesso finiscono in mare, andando a danneggiare la flora e la fauna per i prossimi secoli. Alcune località balneari, come Senigallia (vedi notizia), hanno già adottato ordinanze per anticipare di due anni le misure previste dalla direttiva europea, e ora anche la Puglia ha deciso di seguire questa strada come Regione.

Le aziende fornitrici del settore stanno già proponendo alternative alla plastica monouso, dalle soluzioni più semplici come bottiglie, cannucce e bicchieri in materiale biodegradabile (è il caso della Sant’Anna) fino ai distributori di acqua e le borracce in alluminio personalizzate con il logo dello stabilimento balneare, proposte dall’azienda Acquafil (scopri di più »).

«Siamo orgogliosi di poter mettere questo altro tassello in una Puglia sempre più green e ambientalista», ha concluso Piemontese. «Con questa ordinanza la Puglia anticipa di due anni l’attuazione della direttiva comunitaria che vieterà dal 2021 l’utilizzo della plastica monouso. È un bel traguardo per spiagge sempre più sostenibili dal punto di vista ambientale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Avatar

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale di riferimento per il settore turistico balneare.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *