Attualità

Coronavirus, la petizione di un balneare: “Annullateci le tasse per il 2020”

Sabri Pinton, titolare di un lido a Ferrara, lancia la raccolta di firme da presentare al governo

«Tasse e spese varie non vanno solo sospese, vanno cancellate». Lo chiede una petizione lanciata da Sabri Pinton, titolare di uno stabilimento balneare a Lido di Volano (Ferrara) ed esponente della Democrazia cristiana, che lancia l’appello ai suoi colleghi per raccogliere il maggior numero possibile di firme da presentare al governo. L’intento è chiedere l’annullamento di tutte le imposte per le aziende a partita Iva, colpite dalla crisi senza precedenti provocata dall’emergenza sanitaria del coronavirus.

«Le famiglie e le aziende non possono accettare un rinvio delle tasse, sarebbe come posticipare l’accumulo delle tasse in un’unica rata fallimentare», argomenta la petizione aperta da Pinton. «Non possiamo sostenere le nostre famiglie senza un reddito, figuriamoci le tasse in un periodo di chiusura dell’economia nazionale. Un intero settore produttivo rischia di uscire stritolato da due mesi di crisi economica: stiamo sprofondando in un pozzo senza ritorno e senza speranza di un futuro».

puliscispiaggia

Prosegue il testo della petizione: «Servono soldi per sostenere la sopravvivenza per tutte le famiglie che ad oggi non hanno entrate; servono fatti e non parole. Abbiamo bisogno di interventi concreti e reali: lo Stato deve garantire la salute, la serenità ma anche la stabilità delle famiglie.Sosteniamo questa petizione, la porteremo avanti chiedendo unità alle varie associazioni di categoria».

La petizione può essere sottoscritta sul sito Change.org »

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Avatar

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale di riferimento per il settore turistico balneare.
Seguilo sui social:
  1. Avatar

    Non serve a nulla annullare le tasse perché se nn lavoreremo non ci saranno tasse da pagare. Servono certezze e prospettive per lo sviluppo perché solo così si può recuperare (proroga 15 anni, uscita da Bolkestein, Iva 10% ecc.)

    • Avatar
      Bruno dati says:

      A tutti i miei colleghi ora o mai più questo e il momento di alzare la voce abbattere canoni
      Imu e iva al dieci per cento Sono Bruno dati consigliere sib Salerno proprietario dello stabilimento balneare di battipaglia lido El sombrero. Se lo pubblicate mi fate un piacere anche dalla provincia di Salerno è un grido di allarme grazie

  2. Avatar

    Il settore del turismo sarà sicuramente colpito pesantemente in questo periodo, ma non voler pagare le tasse è semplicemente da irresponsabili. Obiettivamente peraltro il canone è basso, semmai in un futuro è l’iva sulla spiaggia che sarebbe da rivedere al ribasso. Il punto è la Bolkestein, che di fatto consiste in un esproprio delle nostre aziende da parte dello stato. Questo governo, finora, ha sollevato solo problemi al riguardo e sembra voler andare nella direzione opposta. Così, al momento, non siamo sul mercato e siamo solo dei precari di fatto impossibilitati a fare qualunque tipo di investimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *