Attualità Puglia

Concessione revocata al noto stabilimento Samsara

L'attività balneare salentina ha 60 giorni di tempo per sgomberare la propria area: l'accusa è di avere impropriamente utilizzato la spiaggia come discoteca.

GALLIPOLI – Concessione revocata per il celebre stabilimento balneare Samsara di Gallipoli (nella foto): i titolari hanno 60 giorni di tempo per sgomberare l’area demaniale, poiché la concessione rilasciata nel 2009 (e successivamente prorogata) è da considerarsi decaduta. Lo stabilisce la determina dirigenziale n. 2090 del Comune di Gallipoli, firmata ieri, che rappresenta una stangata contro il famoso stabilimento balneare salentino.

La decadenza arriva al termine di un procedimento amministrativo sollecitato dalla Capitaneria di porto. Alla base del provvedimento ci sarebbero la violazione dell’ordinanza balneare regionale e del Codice della navigazione: in particolare, le autorità contestano ai titolari dello stabilimento di avere utilizzato la spiaggia diversamente da quanto consentito.

Risale al 9 luglio il verbale della Guardia costiera, con conseguente sanzione in forma ridotta di circa mille euro, che ha dato origine all’iter. In esso si attestava che la concessione demaniale marittima adibita a posa di ombrelloni e sdraio in realtà era utilizzata come area ad uso discoteca. Hanno fatto seguito le memorie difensive della società Sabbia D’Oro srl, titolare della concessione, e le controdeduzioni della Capitaneria fino al mese di ottobre, quando è stata irrogata la sanzione. I titolari del Samsara si sono difesi facendo notare il carattere non sistematico dell’intrattenimento musicale (limitato cioè a determinati periodi della stagione balneare), ma gli uffici comunali hanno ritenuto questa spiegazione irrilevante ai fini della violazione della normativa di settore.

Ora è molto probabile che i titolari del Samsara si avvalgano del diritto di presentare ricorso al Tar.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.