Liguria

Bando di gara per spiaggia libera attrezzata a Sanremo

La concessione vale 250 mila euro all'anno

Il Comune di Sanremo ha pubblicato il bando di gara per l’affidamento di una spiaggia libera attrezzata del valore stimato di 250 mila euro. La concessione avrà durata fino al 31 dicembre 2025 con possibilità di rinnovo fino alla fine del 2027.

Il totale complessivo dell’appalto riferito alla durata contrattuale certa di quattro stagioni balneari è di 1 milione di euro al netto di Iva e di altre imposte e contributi di legge (1,5 milioni se si calcola anche il periodo di eventuale rinnovo del servizio per due ulteriori stagioni balneari fino al 2027). Secondo quanto precisato nel bando di gara, «il valore della concessione è stimato mediante la valutazione del fatturato totale generato annualmente al netto dell’Iva, rapportato con i dati di analoghe gestioni tenendo conto delle dimensioni dell’arenile, della localizzazione della struttura balneare, dell’utile di impresa e dei costi sostenuti con riferimento sia al personale mediamente impiegato durante la stagione balneare (1 maggio – 30 settembre) che ai costi annui di ammortamento e di manutenzione dei manufatti comunali».

Il corrispettivo annuo posto a base di gara è di 20 mila euro e il termine per presentare le offerte scade il 26 aprile alle ore 13. Per ulteriori informazioni, si rimanda al bando pubblicato sul sito del Comune di Sanremo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:
    • Fenomeno…guarda che i balneari liguri mai dovessero perdere le c oncessioni ti verranno a cercare con la guardia di finanza…nn è una minaccia ma un dato di fatto…se mai qualcuno prenderà la mia concessione verrà spolverizzate tutti igiorni se nn riga dritto…oltretutto signore lei a differenza degli altri che subentreranno ha anche l aggravante d’essere un odiatore…quindi buon lavoro e vita breve

      • Franco 57 says:

        Certo prima tutto in nero senza mai uno scontrino X decenni, con personale sottopagato e canoni ridicoli. Ora con canoni adeguati,vorreste la finanza tutti i giorni …….complimenti x l’onestà intellettuale….

      • Infatti sembra Breed che l’evasione sia la regola e lo scontrinare una minaccia, complimenti!…ottimo autogol!

          • È arrivato il genio del Colosseo…guarda che la tua laurea in giurisprudenza nn ti r3nde migliore di noi…anzi ti rende solo più piccolo…non lo dico io ma il dottor M D’A
            N9tte avvocato

            • Tu sei piccolo.
              Perché se hai la necessità di informarti sulla vita altrui come fanno gli altri tuoi compari qui sopra, qualche complesso di inferiorità ce lo avrai. E avete pure l’ossessione paranoica sempre sulla stessa persona! Fossi in voi, mi vergognerei io di metterla sul personale nei confronti di una persona che è sempre pacata e fa interventi tecnici!
              Maleducati e inopportuni.

        • Signor haterDiario il ligure forse nn hai capito…se mai qualcuno prenderà la mia concessione dedicherò tutto il tempo libero a stolkerizzare (legalmente) il subentrante per ogni piccola cosa…lo scontrino è il minimo….e tu avvocato del popolo cosa vuoi dire “enfasi nelrigare dritto”??? Chiunque si barcamena sempre nel rispetto delle regole…non credo che tu fatturi il 100% di tutte le tue parcelle o i tuoi colleghii…non a caso gli avvocati sono annoverati tra i più grandi evasori italiani
          https://www.leggioggi.it/2014/10/13/avvocati-categoria-evade-fisco-i-dati-2014/

  1. ecco! prego, accomodatevi entrate cercasi fondoschiena e cogl…i vari per farli lavorare a prezzi stratosferici e poi dargli un bel calcio nel fondoschiena allo scadere della concessione…………andate andate a lavorare……….

  2. Presentatevi ai Bandi adesso Voi pro Bolkestain e fateci sapere a quanto ve la siete aggiudicata la concessione.
    L’invidia vi resterà comunque ogni qualvolta vedrete uno stabilimento balneare….

  3. Francesca says:

    Grandeeeeee occasione per chi ambisce ad avere una concessione balneare e lavorare sul mare.
    Venghino venghino signoriiii accomodatevi ⛱️🤣
    Aspettiamo le notizie in merito 👍🤡🤣

  4. Luigi desiato says:

    Eee forza l ‘ Alitaliaaa… Ferrorie e Montepaschi .. e siamo tantissimi… abbiamo tutti .. un sogno dentro al cuore.. un cuore grande che… batte forte per noi….

  5. Aldo vacca says:

    Una baracca con fronte mare che io presumo di 50 mt, quanto dovrebbe fatturare per pagare 250 000 come valore “”commerciale”, piu’ canone comunale , piu’ canone regionale, piu’ attrezzature + dipendenti , piu ‘ manutenzione. Un locale contenuto senza possibilita’ di ristorazione, l ‘ inverno potrebbe vendere 3 caffe ‘ e 5 cornetti. Venite , venite sognatori , voi che pensate che i balneari sono miliardari, ed hanno molti incontri sessuali

  6. Diario…. Ma come? Anche tu stai perdendo dei colpi? Non avete sempre detto che gli stabilimenti esistenti erano tenuti da far schifo e che le aste servivano per MIGLIORARE IL SERVIZIO. Mi pare che tutti voi pro Bolkestein siate nella confusione più completa. Stai mica accusando il cambio dell’ora?

  7. Suck partecipa alla gara,di San Remo se va male magari partecipi all’assegnazione della mia concessione , vediamo se sei solo chiacchiere e distintivo!!!!!!!

    • Nikolaus Suck says:

      Perché chiacchere e distintivo? Non ho mai detto di volere una concessione o di voler cambiare lavoro, il mio mi piace e per farlo non occupo e non sfrutto risorse collettive concedibili solo “per un determinato periodo di tempo” (art. 36 cod. nav.).

  8. Diario, Suck e vari pro aste, mi sorge un dubbio, sarete mica dei piccoli leoni da tastiera odiatori professionisti prezzolati per seminare odio, non posso credere che esista o persone che godono così tanto a vedere questa situazione, un’unica certezza, che brutta vita che vi tocca, mi dispiace per voi

  9. Allora prima di fare il maestrino,dalla scrivania ,prova a sporcarti le mani,forse vedresti i balneari in un ottica differente.

  10. Suck, ma dove vivi!!!!!! le tue parole sono dettate dal non aver mai preso in mano un’azienda e portarla avanti. tu sei a mio giudizio il Giuda della situazione. ma i trenta denari non cambiano la vita a nessuno, ciò che cambia è il sistema e li son danni all’Italia per prima ed al popolo in seconda. Ma tu questo già lo sai. come sai benissimo che (ART.36 cod.nav. ) parla di chi è la competenza per il rilascio delle concessioni, sai anche che le concessioni possono essere rinnovate, come sai che in italia c’è il diritto al legittimo affidamento c’è il valore aziendale la tutele al lavoro e la tutela all’impresa. ma continui a fare il GIUDA, eh!!!! tienti stretti sti trenta denari che cambi vita finalmente!!!!!!!!!

    • Nikolaus Suck says:

      Tutta roba già detta e ridetta, commentata, e smarcata. E gratis, senza manco uno dei trenta denari. 🙁

  11. Alessandro says:

    Infatti avvocato la mia concessione ha un tempo determinato… 31 12 2033…non è un po’ presto per rompermi i coglioni tutti i giorni… Sino a quel giorno stai zitto…. Almeno che non ti diverti a farti compatire… Siamo uomini o……. Ladro a chi? Pensa per te… E dai retta a Razzi… Fatti i cazzi tuoi… E se sei avvocato dovresti capirmi. Ok

  12. Alessandro says:

    Almeno che qualcuno ti paghi oltre che per succ….. Anche per seguire progetti futuri… Dato che gestire un bagno non è un tuo desiderio.. Parole tue… Come la coerenza che ora puoi mostrare… Lavori o….. Il cazzo. Avvocato

  13. Definire SCIACALLI i denigratori dei balneari, è assolutamente riduttivo. Comportamenti ignobili farciti da menzogne architettate da certa politica e i loro media sostenitori, non trovano uguali in nessun paese al mondo. Vergognatevi.

  14. Caro suck se ci sarà l’evidenza pubblica delle concessioni balneari la questione non sarà tecnico giuridica ma socio politica quindi il tuo sapere non fa comodo a nessuno fa solo inc…..e emettere co2 nell’atmosfera.e della tua puntualità è preparazione tecnica ti consiglio di farne un uso migliore.

    • Nikolaus Suck says:

      Sono assolutamente d’accordo. Sottrarre alla possibilità di contendersele e usarle e lasciare occupare e sfruttare le risorse pubbliche e collettive in esclusiva non solo dalle stesse persone ma addirittura dalle stesse famiglie e aventi causa a vita e in eterno è inaccettabile anche dal punto di vista socio politico. E terrò a mente il prezioso consiglio. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.