Attualità Cna Balneari

Bagnini di salvataggio, 1 su 5 è donna

L'indagine di Cna sulle divise rosse fa emergere la propensione femminile verso questo lavoro

Sono sempre di più le donne che si dedicano al lavoro del bagnino di salvataggio. Ad affermarlo è un’indagine di Cna Turismo e commercio, dedicata alle divise rosse che vigilano ogni giorno sulla sicurezza dei bagnanti in spiaggia.

Secondo i dati Cna, sono ben 14.750 i bagnini operativi in Italia e di questi ci sono 12.390 maschi (l’84% del totale) e 2.360 donne (il 16%, in crescita del 2% rispetto allo scorso anno).

Le regioni che occupano più donne sono, nell’ordine, Calabria (oltre il 21% dei bagnini di salvataggio in attività), Trentino Alto Adige (8,5%), Veneto (8,4%).

La crescita dell’occupazione femminile in questo settore probabilmente è dovuta – sottolinea Cna – alla maggiore propensione femminile verso alcune doti richieste da questo lavoro: le capacità organizzative, l’accuratezza, la comprensione.

In crescita è anche la presenza di immigrati: in tutto sono 1.430, rappresentano il 9,7% del totale dei bagnini di salvataggio e registrano in un solo anno un incremento del 2,86%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Avatar

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale di riferimento per il settore turistico balneare.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *