Vacanze al mare

Prova costume, italiani sempre più soddisfatti dell’aspetto fisico

Uno studio commissionato all’istituto di ricerca IRCM mette in evidenza un elevato grado di soddisfazione degli italiani per il proprio aspetto fisico e un grande impegno verso una vita più sana

Come vivono gli italiani il rapporto con il loro corpo nel 2024? A rispondere è il nuovo sondaggio promosso dal portale Vamonos-Vacanze.it, il tour operator specializzato in viaggi di gruppo, che ha indagato quanto l’aspetto fisico influisca sulla percezione di sé stessi. Lo studio, commissionato all’istituto di ricerca IRCM, ha messo in evidenza anche quest’anno un elevatissimo grado di soddisfazione degli italiani per il loro aspetto fisico.

«Il 95% degli italiani ritiene che l’apparenza estetica sia un elemento importante nella propria vita (+3% rispetto al risultato ottenuto nell’analogo sondaggio realizzato lo scorso anno), anche se solo il 64% dichiara di piacersi guardandosi allo specchio (-15%, perché nel 2023 era invece il 79% a piacersi) e il 49% di trovarsi in ordine per tutte le circostanze (-18% rispetto al 67% del 2023)», sintetizzano i responsabili di Vamonos-Vacanze.it. Ancora, scende al 7% (dal 12% del 2023) la percentuale di chi dichiara di non essere affatto a suo agio nel suo corpo.

«La percezione di sé e del proprio corpo è un’esperienza soggettiva e individuale, che però dipende da molteplici fattori che interagiscono tra loro, perché tendiamo a essere influenzati dalle opinioni degli altri e dalle immagini iperrealistiche veicolate dai media», puntualizzano gli esperti. «Nel quotidiano sono molti i gesti che si compiono nel perseguire l’accettazione del proprio corpo: per il 92% (+4% sul 2023) la cura di sé è importante, il 68% è impegnato a condurre uno stile di vita sano mangiando bene (+5%), il 57% facendo sport e allenandosi con costanza (+10%) e il 48% dormendo adeguatamente (+10%)». Inoltre, osservano gli analisti di Vamonos-Vacanze.it, per sentirsi comodi con se stessi, il 71% si concede viaggi frequenti (era il 54% nel 2023) e il 52% ricorre ad attività wellness (era il 45% nel 2023).

E se per qualcuno la sensazione di libertà nel proprio corpo è costante, per altri può dipendere dalle circostanze, dal livello di stress o dal grado di affezione verso gli altri, perché nel viaggio interiore verso la propria autostima può influire, anche pesantemente, il giudizio degli altri e — soprattutto — quello dei media. Dal sondaggio risulta infatti che solo il 16% degli italiani non ne dà peso e si dichiara sicuro di sé stesso a prescindere dagli altri (+2% rispetto al 2023) e —alla fine dei conti— il 26% dichiara di non subirne l’influenza (anche in questo caso +2% rispetto al 2023). La maggior parte del campione, il 73%, reputa invece il giudizio degli altri importante solo in alcune circostanze (-1%), contrariamente a un 23% che ci presta una costante attenzione, curando il loro aspetto anche per le più piccole attività quotidiane (+16%).

Ma chi influisce di più sulla percezione del sé degli italiani? Ammettendo come lo scorso anno risposte multiple, sale di molto la percentuale attribuita ai mass media. Al primo posto troviamo infatti proprio i media con il 68% (+20% sul 2023). Seguono gli amici (39%, +10%), il partner (36%, + 10%) e la famiglia (31%, +10%).

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: