Ambiente Attualità

Marina militare e Marevivo insieme per la sostenibilità

La Marina Militare collaborerà per il concorso Sole, vento e mare per le isole minori e le aree marine protette.

La nave-scuola Amerigo Vespucci della Marina Militare sarà l’ambasciatrice d’Italia nel mondo del messaggio della sostenibilità ‘made in Italy’. Martedì 18 giugno il veliero ospiterà a Civitavecchia un convegno dedicato al concorso internazionale di idee “Sole, vento e mare per le isole minori e le aree marine protette italiane – Energie rinnovabili e paesaggio”, promosso da Marevivo.

Quest’anno l’iniziativa si contraddistingue per la preziosa collaborazione della Marina Militare, che patrocina anche il premio per la nuova sezione dedicata ai fari. L’obiettivo condiviso è promuovere e incoraggiare – attraverso un concorso internazionale – idee progettuali in grado di coniugare l’uso delle rinnovabili e il rispetto del paesaggio, specialmente in quei territori come le isole italiane minori e le aree marine protette che custodiscono tesori naturalistici, paesaggistici e architettonici da tutelare.

Sono partner storici del progetto e autori di un protocollo d’intesa l’associazione Marevivo, Gse (Gestore dei servizi energetici), Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), il Citera (Centro di ricerca interdisciplinare territorio edilizia restauro ambiente) dell’Università di Roma La Sapienza, Ministero per i beni e le attività culturali – Direzione generale per il paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’arte contemporanee, Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare – Segretariato generale.

accessori spiaggia

L’edizione 2013 si avvale della partecipazione dell’Ancim (Associazione nazionale Comuni isole minori) e della Fondazione per lo sviluppo sostenibile, e gode del contributo di Castalia, Fondazione Nando Peretti, Enel e Trevi Energy.

Il Concorso – aperto ad architetti e ingegneri che possono presentare i progetti entro il 30 settembre 2013 – è suddiviso in cinque settori: le aree portuali, l’illuminazione pubblica, gli edifici, i fari e la mobilità sostenibile a terra ed in mare. La ricerca di ecoidee – contraddistinte da forte innovazione e mirate all’efficienza, al risparmio energetico e all’utilizzo delle fonti di energia rinnovabili – rappresenta una sfida che richiede creatività e competenza tecnologica, ma non solo. Le isole italiane, poste al centro dell’attenzione dal concorso, sono infatti dei veri e propri laboratori naturali dove poter sviluppare politiche ispirate alla sostenibilità nel rispetto dell’ambiente e del paesaggio mediterraneo.

In Italia ci sono diverse isole minori che non sono ancora connesse alla rete nazionale e che rappresentano casi eclatanti di spreco energetico, alti costi economici e inquinamento, mentre traboccano di energia rinnovabile e sono immersi nel sole, nel vento e nel mare. L’Amerigo Vespucci, che trae dal vento la propria forza ed energia tutelando l’ambiente, farà suo questo “ecomessaggio” consegnandolo lungo le rotte nei mari d’Europa.

Testimonial dell’evento saranno le atlete della nazionale italiana di nuoto sincronizzato: i sottocapi Beatrice Callegari ed Elisa Bozzo, medaglie d’argento alla Coppa Europa anno 2013, e il sottocapo Cristina Tempera. Interverrà anche il documentarista, giornalista e scrittore Folco Quilici.

Dopo l’incontro a bordo della nave-scuola, sarà possibile fare un sopralluogo all’impianto in costruzione “Rewec3”, che farà di Civitavecchia il primo porto d’Italia dotato di una diga foranea in grado di convertire l’energia ondosa in energia elettrica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Marevivo

L'associazione ambientalista Marevivo nasce nel 1985. Da allora si batte senza sosta per la difesa del mare e delle sue risorse.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.