Ambiente

L’uccellino che vive sulle spiagge italiane rischia l’estinzione

Il fratino è sempre più minacciato da urbanizzazione ed erosione delle coste. Ed è diventato nemico di Jovanotti.

Tutti i turisti e i titolari di stabilimenti balneari lo considerano una presenza abituale, ma forse non sanno che la sua specie è in via di estinzione. Stiamo parlando del fratino, un piccolo uccello che ha il suo habitat naturale proprio sulle spiagge italiane. Questo simpatico volatile, infatti, nidifica proprio tra la duna e la battigia dei nostri litorali e depone sulla sabbia delle uova perfettamente mimetiche, tanto i bagnanti non se ne possono accorgere e spesso le calpestano inavvertitamente.

Una presenza indispensabile per la Bandiera Blu

La presenza del fratino è segno di una spiaggia in buono stato di conservazione ed è uno degli indicatori ambientali di cui si tiene in considerazione per assegnare la Bandiera Blu, il noto vessillo della FEE attribuito alle località balneari di elevata qualità ambientale.

Una specie in via di estinzione

A causa dell’urbanizzazione delle coste e della crescente erosione dei litorali, la presenza del fratino negli ultimi dieci anni si è praticamente dimezzata, tanto che la sua specie è stata inserita tra quelle a rischio di estinzione. Per questo, persino Jovanotti ha dovuto spostare ben due tappe del suo “Jova Beach Party”, il tour di concerti che la nota popstar ha organizzato per la prossima estate lungo 14 località balneari italiane (vedi notizia). In due delle spiagge previste, infatti, era stata segnalata la presenza del fratino e dunque il cantante ha dovuto optare per altri lidi.

Attenzione alla riapertura della spiaggia

Uno dei maggiori pericoli per il fratino è rappresentato dai trattori e dalle macchine puliscispiaggia che prima dell’inizio della stagione estiva operano lungo i lidi di tutta Italia, per spianare le dune protettive artificiali e per pulire la sabbia dai rifiuti accumulatisi durante l’inverno. Il fratino infatti inizia a nidificare proprio nel mese di aprile, quando gli stabilimenti balneari stanno per aprire, provocando spesso incolpevolmente la distruzione delle uova che il volatile depone nei piccoli avvallamenti sulla spiaggia.

Una presenza speciale di cui avere cura

I clienti degli stabilimenti balneari spesso si trovano a lanciare briciole a questi piccoli volatili che frequentano molte spiagge italiane, con le loro lunghe zampe saltellanti, ma è facile scambiare il fratino per un comune uccello, senza dargli troppa importanza. Ora invece, dopo avere letto queste righe, tutti sapranno quanto è importante e unica la presenza di questo simpatico animale: una presenza di cui essere orgogliosi e da trattare con cura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Avatar

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale di riferimento per il settore turistico balneare.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *