Ambiente Liguria

Ripascimenti, Regione Liguria stanzia 1,3 milioni a 59 Comuni

La giunta ha aumentato i contributi per la difesa della costa, derivanti interamente dall'imposta regionale sui canoni.

La Regione Liguria ha assegnato oltre 1 milione e 300 mila euro a 59 Comuni costieri per ripascimenti, riqualificazione e difesa della costa. I contributi derivano dalle entrate ricavate dall’imposta regionale sulle concessioni statali di beni del demanio marittimo.

«Quest’anno – spiega l’assessore regionale al demanio Marco Scajola – crescono sia i fondi, sia i Comuni destinatari. Nel 2017 avevamo infatti stanziato 1 milione e 193 mila euro a 57 Comuni liguri».

«Come l’anno scorso e quello precedente – prosegue Scajola – anche quest’anno la giunta ha messo a disposizione l’intera cifra dell’imposta regionale sulle concessioni demaniali per i litorali della Liguria. Grazie a questa scelta, si è passati dai 600 mila euro dell’anno 2015 agli attuali 1 milione e 336 mila».

Inoltre, già lo scorso novembre era stato prorogato dal 31 dicembre 2018 al 30 aprile 2019 il termine per l’utilizzo dei fondi assegnati nell’anno 2017: «In questo modo – precisa Scajola – i Comuni potranno avere più tempo a disposizione per realizzare gli interventi necessari dopo la devastante mareggiata che ha colpito le nostre coste a fine ottobre».

Per l’anno 2019 sono stati inoltre stanziati, come per gli anni precedenti, 100 mila euro per gli interventi di miglioramento dell’accessibilità delle spiagge libere per le persone disabili: «Nella manovra 2019 approvata oggi in consiglio regionale – motiva Scajola – abbiamo inserito una modifica che consentirà a tutti i Comuni costieri dotati di Pud di presentare richiesta di finanziamento per questo capitolo, e non solo quelli con almeno il 30% di spiagge libere».

Infine, per i Comuni con almeno il 30% di fronte mare destinato a spiaggia libera, sono a disposizione 250 mila euro per la pulizia e la sicurezza degli arenili non in concessione. Per questo capitolo, come per quello che riguarda il potenziamento delle strutture per i disabili, le richieste dovranno pervenire entro il 31 gennaio 2019.

Clicca qui per scaricare il dettaglio dei contributi assegnati a ciascun Comune (pdf, due pagine).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Avatar

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale di riferimento per il settore turistico balneare.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *