Ambiente Liguria

Liguria stanzia 1,3 milioni per difesa e riqualificazione della costa

L'importo proviene interamente dall'imposta regionale sui canoni balneari.

La Regione Liguria ha assegnato oltre un milione e 300 mila euro a 59 Comuni costieri come contributi per effettuare ripascimenti, riqualificazioni e difesa della costa, derivanti dalle entrate ricavate dall’imposta regionale sulle concessioni statali di beni del demanio marittimo. Lo rende noto un comunicato della giunta regionale.

«Quest’anno – spiega l’assessore al demanio marittimo Marco Scajola – sono cresciuti sia i fondi che i comuni destinatari. Nel 2017 infatti avevamo stanziato un milione e 193 mila euro a 57 Comuni liguri».

«Anche quest’anno – precisa Scajola – la giunta regionale ha messo a disposizione l’intera cifra dell’imposta regionale sui canoni demaniali per i litorali della Liguria. Grazie a questa scelta, si è passati dai 600mila euro dell’anno 2015 agli attuali un milione e 336 mila».

«Inoltre – aggiunge Scajola – lo scorso novembre era stato prorogato dal 31 dicembre 2018 al 30 aprile 2019 il termine per l’utilizzo dei fondi assegnati nell’anno 2017. In questo modo i Comuni potranno avere più tempo a disposizione per realizzare gli interventi necessari dopo la devastante mareggiata che ha colpito le nostre coste a fine ottobre» (vedi notizia, NdR).

Per l’anno 2019 sono stati inoltre stanziati, come per gli anni precedenti, 100 mila euro per gli interventi di miglioramento dell’accessibilità delle spiagge libere per le persone disabili. «Nella manovra 2019 approvata in consiglio regionale – prosegue Scajola – abbiamo inserito una modifica che consentirà a tutti i Comuni costieri dotati di Pud di presentare richiesta di finanziamento per questo capitolo, e non solo quelli con almeno il 30% di spiagge libere» come in precedenza.

Infine, per i Comuni con almeno il 30% di fronte mare destinato a spiaggia libera, sono a disposizione 250 mila euro per la pulizia e la sicurezza degli arenili non in concessione. Per questo capitolo, come per quello che riguarda il potenziamento delle strutture per i disabili, le richieste dovranno pervenire entro il 31 gennaio 2019.

Ecco nel dettaglio gli importi stanziati dalla Regione Liguria, Comune per Comune (in ordine alfabetico).

  • Alassio (Savona): 41.174,08 €
  • Albenga (Savona): 24.795,08 €
  • Albissola Marina (Savona): 7.870,43 €
  • Albisola Superiore (Savona): 9.858,84 €
  • Ameglia (La Spezia): 9.017,23 €
  • Andora (Savona): 20.429,81 €
  • Arenzano (Genova): 25.414,73 €
  • Bergeggi (Savona): 14.094,63 €
  • Bogliasco (Genova): 6.501,66 €
  • Bonassola (La Spezia): 6.714,37 €
  • Bordighera (Imperia): 34.265,49 €
  • Borghetto S.S. (Savona): 12.522,39 €
  • Borgio Verezzi (Savona): 13.160,54 €
  • Camogli (Genova): 5.095,89 €
  • Camporosso (Imperia): 2.349,10 €
  • Celle Ligure (Savona): 22.852,91 €
  • Ceriale (Savona): 33.858,56 €
  • Cervo (Imperia): 7.445,00 €
  • Chiavari (Genova): 26.543,04 €
  • Cipressa (Imperia): 2.524,83 €
  • Cogoleto (Genova): 25.932,64 €
  • Diano Marina (Imperia): 34.515,20 €
  • Finale Ligure (Savona): 48.989,01 €
  • Framura (La Spezia): 7.306,27 €
  • Genova: 112.479,57 €
  • Imperia: 45.039,92 €
  • Laigueglia (Savona): 29.012,37 €
  • Lavagna (Genova): 33.747,57 €
  • Lerici (La Spezia): 21.345,41 €
  • Levanto (La Spezia): 8.166,38 €
  • Loano (Savona): 50.191,31 €
  • Moneglia (Genova): 18.274,93 €
  • Monterosso (La Spezia): 7.981,41 €
  • Noli (Savona): 15.750,10 €
  • Ospedaletti (Imperia): 22.603,20 €
  • Pietra Ligure (Savona): 24.758,09 €
  • Portofino (Genova): 1.082,07 €
  • Portovenere (La Spezia): 59.088,31 €
  • Rapallo (Genova): 22.298,00 €
  • Recco (Genova): 10.247,28 €
  • Riomaggiore (La Spezia): 10.959,41 €
  • Riva Ligure (Imperia): 11.727,03 €
  • S. Bartoloneo al mare (Imperia): 11.995,23 €
  • S. Lorenzo al mare (Imperia): 15.824,09 €
  • Sanremo (Imperia): 101.732,88 €
  • Santa Margherita Ligure (Genova): 31.167,26 €
  • Santo Stefano al mare (Imperia): 18.709,60 €
  • Sarzana (La Spezia): 34.163,75 €
  • Savona: 16.036,80 €
  • Sestri Levante (Genova): 32.942,96 €
  • Sori (Genova): 6.954,83 €
  • Spotorno (Savona): 19.264,51 €
  • Taggia (Imperia): 9.803,35 €
  • Vado Ligure (Savona): 9.747,86 €
  • Vallecrosia (Imperia): 8.628,80 €
  • Varazze (Savona): 29.521,04 €
  • Ventimiglia (Imperia): 37.992,61 €
  • Vernazza (La Spezia): 1.470,50 €
  • Zoagli (Genova): 2.941,01 €
  • TOTALE: 1.336.881,17 €

fonte: comunicato stampa Regione Liguria

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Avatar

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale di riferimento per il settore turistico balneare.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *