Come si sta evolvendo lo sport ultimamente grazie alle innovazioni delle tavole gonfiabili?

La libertà dell’uomo sulle onde del mare? Un bisogno quasi ancestrale, che ha originato soluzioni innovative, dal surf alle canoe all’umile materassino gonfiabile.

Beh, la tavola gonfiabile, o paddle board, deve sicuramente molto a tutte loro, e sta diventando importante per le sue qualità sfruttate negli stabilimenti balneari a livello professionale.

Non tutti conoscono questo sport, conosciuto come paddle boarding, o stand-up paddle boarding (SUP). Rispetto alle tavole rigide del surf, ha qualcosa di molto diverso: la tecnologia gonfiabile, che rende le tavole moderne molto più pratiche.

Sembra inutile dirlo: negli ultimi vent’anni abbiamo assistito a una vera esplosione di innovazioni in ogni campo. Anche nelle scommesse, che una volta si facevano presso i betting center. Ormai è diventato facile e veloce effettuare scommesse online senza doversi muovere da casa – o addirittura, grazie al proprio smartphone e alla app della società di scommesse, ovunque ci sia campo. Magari proprio mentre vi state rilassando sopra una di queste tavole. Attenzione a non scivolare in acqua, però!

Cosa cambia con le tradizionali tavole da surf?

Ricordate film come “Un mercoledì da leoni”? I protagonisti avevano queste enormi tavole di legno che portavano sottobraccio. Questo va bene se abitate davanti all’oceano, ma in ogni altro caso, il trasporto potrebbe essere difficoltoso. Avere una tavola che si può sgonfiare e ripiegare su se stessa apre molte nuove prospettive, e permette a chiunque di infilarla in uno zaino per gonfiarla solo quando è necessario.

Diciamolo pure: l’utilizzo predominante della maggior parte delle migliori tavole SUP non è certo quello di cavalcare le onde, ma di usarle per pagaiare su mare, fiumi e laghi, in modo assai più tranquillo e rilassato. Ci sono addirittura persone che usano queste tavole per farci ginnastica, creando un qualcosa che sta a metà fra lo sport e la meditazione.

E tutto questo lo si deve all’idea di qualcuno che ha deciso di rendere queste tavole gonfiabili per facilitarne il trasporto. E ovviamente, grazie all’adozione di materiali moderni, di poterle vendere a un prezzo contenuto presso i negozi sportivi, cosa che ha favorito enormemente la diffusione di questa attività che sta in mezzo allo sport e il relax – e forse proprio per questo ha così tanto successo.

Paddle boarding, uno sport in crescita

Tra i produttori di SUP più famosi e diffusi, Red Paddle Co è tra i più importanti, e la sua offerta e marketing di SUP sintetizzano bene perché il paddle boarding stia diventando così popolare.
In primo luogo, la qualità dei materiali e delle tecnologie. Il fatto di avere tavole di ottima qualità vendute a un prezzo accessibile ha fatto sì che molti si sono avvicinati a questa attività senza spendere troppo.

La linea più venduta all’interno della produzione dell’azienda è la serie Ride, una tavola all-round adatta a tutte le attività, senza eccellere in nessuna. Questo ci fa intuire che il paddle boarding stia diventando uno sport davvero per tutti, e che questo rappresenti l’acquisto della prima tavola, quella da cui iniziare, per poi eventualmente scegliere qualcosa di più specifico.

L’innovazione arriva dalle vele

Questo tipo di innovazione di prodotto è nata dallo studio di una tecnologia parallela, quella delle vele per windsurf. Infatti, prima di produrre tavole per paddle boarding, Red Paddle Co produceva proprio questo tipo di prodotto. La ricerca sui materiali che ha effettuato in questo campo è stata fondamentale per la creazione di tavole gonfiabili che riuscissero a restare rigide senza piegarsi o sgonfiarsi.

Red Paddle Co ha infatti sviluppato un sistema proprietario chiamato Rocker Stiffening System, o RSS, che deriva direttamente dalla tecnologia velica. L’inserimento di materiali compositi più rigidi, quali listelli di fibre sintetiche in tasche laminate poste sui lati della tavola, permette di assicurare una rigidità perfetta ai SUP senza doverli rendere troppo spessi, cosa che ne comprometterebbe la nauticità e le prestazioni.

© Riproduzione Riservata

L'azienda

Picture of Redazione Mondo Balneare

Redazione Mondo Balneare