Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

    [20] => 
	

    [21] => 
	

    [22] => 
	

    [23] => 
	

    [24] => 
	

    [25] => 
	

    [26] => 
	

    [27] => 
	

    [28] => 
	

    [29] => 
	

    [30] => 
	

    [31] => 
	

    [32] => 
	

    [33] => 
	

    [34] => 
	

    [35] => 
	

    [36] => 
	

    [37] => 
	

    [38] => 
	

    [39] => 
	

    [40] => 
	

)
Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

)

Bagnini di salvataggio, 1 su 5 è donna

L'indagine di Cna sulle divise rosse fa emergere la propensione femminile verso questo lavoro

Autore: Mondo Balneare

articolo pubblicato il 13/08/2019

mondo balneare

Sono sempre di più le donne che si dedicano al lavoro del bagnino di salvataggio. Ad affermarlo è un'indagine di Cna Turismo e commercio, dedicata alle divise rosse che vigilano ogni giorno sulla sicurezza dei bagnanti in spiaggia.

Secondo i dati Cna, sono ben 14.750 i bagnini operativi in Italia e di questi ci sono 12.390 maschi (l'84% del totale) e 2.360 donne (il 16%, in crescita del 2% rispetto allo scorso anno).

Le regioni che occupano più donne sono, nell'ordine, Calabria (oltre il 21% dei bagnini di salvataggio in attività), Trentino Alto Adige (8,5%), Veneto (8,4%).

La crescita dell'occupazione femminile in questo settore probabilmente è dovuta - sottolinea Cna - alla maggiore propensione femminile verso alcune doti richieste da questo lavoro: le capacità organizzative, l'accuratezza, la comprensione.

In crescita è anche la presenza di immigrati: in tutto sono 1.430, rappresentano il 9,7% del totale dei bagnini di salvataggio e registrano in un solo anno un incremento del 2,86%.

Inserito da: Mondo Balneare
Articolo pubblicato il:13/08/2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA