Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

    [20] => 
	

    [21] => 
	

    [22] => 
	

    [23] => 
	

    [24] => 
	

    [25] => 
	

    [26] => 
	

    [27] => 
	

    [28] => 
	

    [29] => 
	

    [30] => 
	

    [31] => 
	

    [32] => 
	

    [33] => 
	

    [34] => 
	

    [35] => 
	

    [36] => 
	

    [37] => 
	

    [38] => 
	

    [39] => 
	

    [40] => 
	

)
Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

)

Balneari, Gasparri: ''Il 26 maggio si premi la coerenza di Forza Italia''

L'appello del senatore azzurro affidato a una lettera a Mondo Balneare: ''I grillini al governo sono nemici della categoria''

Autore: Mondo Balneare

articolo pubblicato il 21/05/2019

mondo balneare

di Maurizio Gasparri

Caro direttore,

leggo su Mondo Balneare la notizia degli emendamenti pro balneari che sul decreto cosiddetto "Sblocca cantieri" sono stati dichiarati inammissibili (vedi articolo, NdR).

Bisognerebbe ricordare chi li ha presentati, cioè il sottoscritto insieme ad altri colleghi del gruppo di Forza Italia. Bisogna anche ricordare, come dite in un altro articolo, che è colpa dell'attuale governo gialloverde se il provvedimento, che doveva essere varato entro il 30 aprile a tutela delle imprese balneari, non ha ancora visto la luce. Eppure si poteva provvedere, perché la decisione scaturisce dalla legge di stabilità che è stata approvata alla fine dello scorso anno.

Insomma, Forza Italia ottenne tramite me la famosa proroga delle concessioni al 2020 ed è stata protagonista dell'ulteriore estensione di 15 anni quando abbiamo discusso la legge di stabilità al Senato nello scorso dicembre. C'è una parte del governo più attenta a queste tematiche e una parte, quella dei grillini, che salvo qualche tardiva affermazione, è sempre stata nemica delle imprese balneari.

Ora bisogna uscire dall'equivoco e archiviare definitivamente la Bolkestein. L'unica posizione chiara e coerente in questi anni è stata quella di Forza Italia. Ci siamo battuti, io e molti altri colleghi, non solo per le proroghe ma per un'uscita definitiva dalla Bolkestein. Talvolta abbiamo registrato dei successi parziali, altre volte i vari governi, tecnici o gialloverdi, hanno fatto orecchie da mercante. È quindi necessario premiare la coerenza di Forza Italia.

Ho sollecitato nei giorni scorsi ancora una volta il ministro Centinaio a varare il provvedimento che doveva vedere la luce entro il 30 aprile e mi auguro che ciò avvenga, anche per facilitare l'azione delle Regioni che non devono trovare alcun alibi nell'attuare la proroga delle concessioni. Ma serve una soluzione chiara e definitiva. Forza Italia si batte in Italia e in Europa in questa direzione, altri o lo fanno a giorni alterni, o non lo fanno mai. Mi consenta di inviarle questa sottolineatura anche alla vigilia di un voto. In fondo, votando si dà una delega a chi la merita. Noi pensiamo di meritarla più di altri da parte del mondo balneare. Un cordiale saluto.

Maurizio Gasparri è senatore di Forza Italia

Inserito da: Mondo Balneare
Articolo pubblicato il:21/05/2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA