Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

    [20] => 
	

    [21] => 
	

    [22] => 
	

    [23] => 
	

    [24] => 
	

    [25] => 
	

    [26] => 
	

    [27] => 
	

    [28] => 
	

    [29] => 
	

    [30] => 
	

    [31] => 
	

    [32] => 
	

    [33] => 
	

    [34] => 
	

    [35] => 
	

    [36] => 
	

    [37] => 
	

    [38] => 
	

    [39] => 
	

)
Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

)

Balneari, Rustignoli (Fiba): ''Erosione e canoni al centro del nostro lavoro''

Il presidente dell'associazione in seno a Confesercenti riferisce l'esito del tavolo nazionale di Assoturismo riunitosi a Roma.

Autore: Fiba

articolo pubblicato il 16/03/2019

mondo balneare

«Sono diverse le questioni centrali inerenti il comparto balneare che sono state affrontate durante il tavolo nazionale di Assoturismo Confesercenti riunitosi a Roma e su cui Fiba lavorerà con impegno nei prossimi mesi. A partire dall’erosione costiera e dal riordino legislativo indispensabile per mettere in sicurezza definitiva tutte le imprese». Ad affermarlo è Maurizio Rustignoli (nella foto), presidente di Fiba-Confesercenti.

«La dirigenza del settore turismo del sistema Confesercenti - sottolinea Rustignoli - ha ribadito l'importanza del comparto, con la volontà di continuare a investire in termini di risorse umane e progetti di servizio alle imprese. Fiba-Confesercenti porterà innanzitutto il proprio contributo sull’erosione della costa al tavolo nazionale, tema principale del settore che riunisce circa 10 mila imprese associate, pianificando altresì una linea di intervento affinchè, nel breve periodo, tutti i Comuni italiani provvedano ad apportare l'estensione del titolo sulla concessione cartacea di ogni singolo concessionario».

«Inoltre - prosegue il presidente - l’associazione ha l’obiettivo di far partire quanto prima il tavolo di confronto istituzionale per dare seguito al percorso indicato dalla legge 145 del 2018 per la proroga delle concessioni balneari fino al 2033 e portare un contributo effettivo nella partita dell’uscita del settore balneare dalla Bolkestein. Allo stesso modo rivolgiamo la massima attenzione ai colleghi balneari pertinenziali, colpiti dagli insostenibili canoni Omi, con l'obbligo di un provvedimento di sospensione dei pagamenti e delle procedure di decadenza. Ampio il dibattito, infine, sulla questione della pressione fiscale e delle aliquote IVA».

«Su questi temi - conclude Rustignoli - con il supporto di Assoturismo Confesercenti, Fiba interverrà a tutti i livelli comunali, regionali e nazionale, per raggiungere gli obiettivi indispensabili per la categoria».

Inserito da: Fiba
Articolo pubblicato il:16/03/2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA