Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

    [20] => 
	

    [21] => 
	

    [22] => 
	

    [23] => 
	

    [24] => 
	

    [25] => 
	

    [26] => 
	

    [27] => 
	

    [28] => 
	

    [29] => 
	

    [30] => 
	

    [31] => 
	

    [32] => 
	

    [33] => 
	

    [34] => 
	

    [35] => 
	

    [36] => 
	

    [37] => 
	

    [38] => 
	

    [39] => 
	

)
Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

)

Sib: ''La sicurezza dei balneari non è un risultato raggiunto''

Riceviamo e pubblichiamo la nota del sindacato che riferisce l'esito del comitato di presidenza tenutosi ieri a Roma.

Autore: Sib

articolo pubblicato il 15/03/2019

mondo balneare

«Si è riunito ieri a Roma, presso la sede nazionale della Confcommercio di piazza Belli, il comitato di presidenza del Sindacato italiano balneari - Fipe Confcommercio in preparazione della riunione degli organismi dirigenti del sindacato (giunta e consiglio direttivo), che saranno convocati nei prossimi giorni, al fine di fare il punto della situazione sul riordino della materia concessoria e, in modo particolare, sull'applicazione della legge di stabilità che ha fissato il differimento della scadenza delle concessioni demaniali marittime di quindici anni». Lo rende noto un comunicato del Sib.

«Il presidente nazionale Antonio Capacchione - rende noto il Sib - ha relazionato sul grave e ingiustificato ritardo dei Comuni nell'applicazione della nuova scadenza, sulle cause di tale colpevole inadempimento e sui pericoli incombenti per le aziende balneari a seguito anche di recenti orientamenti giurisprudenziali. Il presidente del sindacato ha poi sottolineato la necessità per gli imprenditori balneari di non abbassare la guardia e di contrastare un errato convincimento che si è diffuso nella categoria: la messa in sicurezza del settore non è un risultato raggiunto, ma un obiettivo ancora da conseguire».

«Il comitato di presidenza ha quindi esaminato alcuni aspetti organizzativi da sottoporre agli organi direttivi per rendere più incisiva ed efficace l'azione sindacale, al fine di assicurare la più ampia tutela delle aziende balneari italiane», conclude la nota.

Inserito da: Sib
Articolo pubblicato il:15/03/2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA