Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

    [20] => 
	

    [21] => 
	

    [22] => 
	

    [23] => 
	

    [24] => 
	

    [25] => 
	

    [26] => 
	

    [27] => 
	

    [28] => 
	

    [29] => 
	

    [30] => 
	

    [31] => 
	

    [32] => 
	

    [33] => 
	

    [34] => 
	

    [35] => 
	

    [36] => 
	

    [37] => 
	

    [38] => 
	

    [39] => 
	

    [40] => 
	

)
Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

)

15 anni ai balneari, Cna invia istanze per validare estensione

Il sindacato ha predisposto i facsimile per rendere effettivo il prolungamento dei titoli disposto in legge di bilancio.

Autore: CNA Balneari

articolo pubblicato il 13/01/2019

mondo balneare

Cna Balneatori ha inviato in questi giorni le istanze per la vidimazione delle concessioni demaniali marittime, al fine di richiedere alle amministrazioni l'effettivo prolungamento di 15 anni dei titoli, secondo quanto disposto dalla legge di bilancio 2019 (vedi notizia, NdR).

«Abbiamo mandato ai nostri referenti territoriali i facsimile con le istanze di vidimazione di concessione demaniale marittima con finalità turistico-ricreative affinché le amministrazioni locali, territorialmente competenti, procedano alla vidimazione della durata di 15 anni (con decorrenza dal 31 dicembre 2018 al 31 dicembre 2033) sul titolo concessorio di ogni singola impresa balneare associata a Cna», spiega il coordinatore nazionale di Cna Balneatori Cristiano Tomei.

«Le istanze - prosegue Tomei - predisposte per Cna Balneatori dal pool legale costituito dagli avvocati Roberto Righi ed Ettore Nesi, prevedono tre fattispecie divise per società e per persone fisiche:

  1. istanze ex co. 682 (persone fisiche o società) per concessioni rilasciate dopo il 31 dicembre 2009;
  2. istanze ex co. 683 (persone fisiche o società) per concessioni vigenti al 31 dicembre 2009
  3. istanze ex co. 683 (persone fisiche o società) per concessioni con domanda rilascio pendente al 31 dicembre 2009

Vista la diversa articolazione delle tipologie di concessione previste nella norma, è auspicabile predisporre una specifica azione di sensibilizzazione rivolta alla categoria associata, con iniziative territoriali di informazione che prevedano l’attivazione del servizio di predisposizione e di inoltro dell’istanza che per ogni singola impresa associata o per gruppi di imprese associate può essere esperita dal sistema territorialmente competente di Cna a cui rivolgervi».

Inserito da: CNA Balneari
Articolo pubblicato il:13/01/2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA