Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

    [20] => 
	

    [21] => 
	

    [22] => 
	

    [23] => 
	

    [24] => 
	

    [25] => 
	

    [26] => 
	

    [27] => 
	

    [28] => 
	

    [29] => 
	

    [30] => 
	

    [31] => 
	

    [32] => 
	

    [33] => 
	

    [34] => 
	

    [35] => 
	

    [36] => 
	

)
Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

)

Erosione, spiaggia abruzzese divorata in una notte - FOTO

Scomparsi nove metri di costa: al loro posto, un impressionante dislivello di due metri.

Autore: Mondo Balneare

articolo pubblicato il 07/01/2019

mondo balneare

Un'erosione senza precedenti ha colpito nei giorni scorsi la spiaggia abruzzese di Casalbordino (Chieti), creando un impressionante dislivello di circa due metri di altezza (nella foto). Una violenta mareggiata si è portata via ben nove metri di spiaggia all'altezza del lungomare nord, mangiandosi in una notte tutto il lavoro dei ripascimenti effettuati nei mesi precedenti. E purtroppo è solo il primo fenomeno dell'anno.

mareggiata casalbordino

«Il disastro è enorme e i danni sono incalcolabili», dichiara Alfredo Di Rito, vicepresidente del Sib-Confcommercio Abruzzo, che ci ha fornito il materiale fotografico che pubblichiamo. La situazione è drammatica non solo per le imprese balneari situate lungo il tratto colpito, ma soprattutto dal punto di vista ambientale. Ed è l'emblema della grave erosione che sta minacciando gran parte delle coste italiane, rendendo necessaria un'urgente strategia nazionale di difesa.

erosione casalbordino

erosione casalbordino

«Non è più possibile arginare il problema con dei semplici ripascimenti che durano ormai pochi mesi - prosegue Di Rito - ma servono degli adeguati interventi strutturali. La Regione Abruzzo, in collaborazione con l'Università dell'Aquila, ha presentato di recente uno studio di fattibilità: confidiamo che vengano immediatamente stanziati i fondi necessari per attuarlo e salvare così la spiaggia di Casalbordino».

Il tratto colpito dall'erosione, informa Di Rito, ha già beneficiato di uno stanziamento di 500 mila euro e a giorni dovrebbe partire la gara appaltante già programmata dall'amministrazione comunale. Ma non basta. Il sindaco Filippo Marinucci ha infatti promesso di recarsi a Roma subito dopo le festività, per «trovare i soldi necessari per salvare la costa di Casalbordino». Una vera e propria emergenza che sta mettendo a repentaglio il futuro turistico e ambientale della località abruzzese.

Inserito da: Mondo Balneare
Articolo pubblicato il:07/01/2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA