Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

    [20] => 
	

    [21] => 
	

    [22] => 
	

    [23] => 
	

    [24] => 
	

    [25] => 
	

    [26] => 
	

    [27] => 
	

    [28] => 
	

    [29] => 
	

    [30] => 
	

    [31] => 
	

    [32] => 
	

    [33] => 
	

    [34] => 
	

    [35] => 
	

    [36] => 
	

)
Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

)

Spiagge, Battelli (M5S): ''Percorso lineare, ora dritti alle gare''

''Faremo di tutto per arrivare al nostro obiettivo'', commenta il deputato cinquestelle dopo l'estensione di 15 anni delle concessioni balneari inserita in manovra.

Autore: Mondo Balneare

articolo pubblicato il 18/12/2018

mondo balneare

(ore 15.11) - «Il periodo transitorio di 15 anni concesso ai balneari è frutto di un intenso lavoro di mediazione. Chi vuole intestarsi a tutti i costi questa battaglia e i suoi risvolti, dimentica che quella proposta appartiene al Movimento 5 Stelle, così come a noi appartiene la sottolineatura sull'esigenza di andare a gara». Lo afferma in una nota il deputato cinquestelle Sergio Battelli (nella foto), presidente della Commissione politiche europee alla Camera, dopo la notizia dell'accordo di governo per estendere le concessioni demaniali marittime di 15 anni.

«Sempre per mettere i puntini sulle "i" - prosegue Battelli - a differenza di quanto sostenuto da "questo" Gasparri - riprendo con simpatia l'etichetta che mi ha affibbiato - noi abbiamo a cuore le sorti delle famiglie che fanno questo mestiere da anni, così come teniamo sia alla necessità di garantire legalità al settore, sia alla libertà dei cittadini fruitori delle nostre spiagge che, è bene ricordarlo, sono un bene pubblico demaniale che deve essere dato in concessione per un tempo determinato. Su questo siamo intransigenti».

«Ecco perché, anche nella scorsa campagna elettorale, abbiamo parlato sempre di un periodo transitorio di 15 anni e poi di gare (percorso peraltro condiviso da molte associazioni di settore) che, oltre a garantire trasparenza e concorrenza legale, ci consentirebbero di svincolarci dalle procedure di infrazione», conclude Battelli. «La nostra linea è chiara così come il nostro obiettivo; posso garantire che faremo il possibile per centrarlo».

Inserito da: Mondo Balneare
Articolo pubblicato il:18/12/2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA