Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

    [20] => 
	

    [21] => 
	

    [22] => 
	

    [23] => 
	

    [24] => 
	

    [25] => 
	

    [26] => 
	

    [27] => 
	

    [28] => 
	

    [29] => 
	

    [30] => 
	

    [31] => 
	

    [32] => 
	

    [33] => 
	

    [34] => 
	

    [35] => 
	

)
Array
(
    [0] => 
	

)

Mare d'inverno, tornano gli igloo trasparenti a Riccione

L'amministrazione comunale conferma il bando per l'apertura invernale degli stabilimenti, con le cupole geodetiche molto apprezzate lo scorso anno dai turisti.

Autore: Mondo Balneare

articolo pubblicato il 05/10/2018

mondo balneare

Torna l'apertura invernale degli stabilimenti balneari di Riccione, con gli igloo trasparenti per godersi il mare d'inverno (nella foto) che hanno riscosso il grande apprezzamento dei turisti lo scorso anno. Il Comune di Riccione ha infatti anticipato i contenuti del bando, rivolto agli operatori turistici e di imminente pubblicazione, per aderire alle manifestazioni d'interesse nell'ambito di "Riccione d’Inverno" 2018/2019.

(Le meravigliose foto delle cupole allestite lo scorso anno sulla spiaggia di Riccione: clicca qui per guardare il nostro post su Instagram... e ricorda di seguire la nostra pagina!)

«Gli operatori - spiega la nota del Comune - avranno il permesso di mantenere aperte le proprie attività, con cupole geodetiche pressurizzate e strutture a pannellature mobili a completamento della chiusura delle cupole, per la durata di 120 giorni, come lo scorso anno, ma in maniera anche non consecutiva. Sarà possibile, in altre parole, specificare il periodo d'inizio e fine o per l'arco di tutti i 120 giorni o in periodi spezzati, a condizione di rimuovere le strutture alla cessazione dell'attività anche nell'intervallo di tempo dei periodi non consecutivi ma rientranti comunque nei 120 giorni complessivi».

Un'altra novità, prosegue la nota, riguarda la «possibilità di presentare all'amministrazione proposte, sempre rivolte al periodo invernale, che consentano di mantenere gazebo, senza somministrazione, giochi per bambini e camminamenti, a condizione che il privato si impegni a renderle operative e utilizzabili con una manutenzione accurata nel periodo 29 ottobre 2018 - 26 maggio 2019 così da presentare un servizio ulteriore ai turisti nella stagione invernale e primaverile».

La data di inizio fissata al 29 ottobre «non è casuale - precisa il Comune - ma segue a stretto giro la fine della stagione balneare che cade per disposizione regionale il 28 ottobre». Il bando renderà inoltre possibile, specificando il periodo circoscritto, mettere a disposizione da parte dei bagnini dei lettini per l'elioterapia: «un'occasione significativa per meglio contestualizzare e partecipare alle opportunità e innovazioni apportate dal bando», commenta l'amministrazione comunale.

A cambiare sono anche i requisiti di partecipazione: «Quest'anno è stata inserita una importante e imprescindibile condizione: l'obbligo della regolare posizione amministrativa sullo stato della concessione dell'operatore, riferita sia ai pagamenti del canone demaniale e della relativa imposta regionale, sia ai pagamenti richiesti dall'ufficio tributi alla data di presentazione della manifestazione d'interesse che sarà motivo di esclusione».

«Dopo l'ottima esperienza dello scorso anno - dichiara l'assessore comunale al demanio Andrea Dionigi Palazzi - siamo pronti a rilanciare l'indagine per manifestazioni d'interesse che andrà a illuminare e dare vita alla spiaggia di Riccione anche durante i mesi invernali. Dalla presenza di igloo, alla riproposizione della spiaggia dentro cupole riscaldate o con servizi esterni, lo scorso anno diversi imprenditori balneari hanno dimostrato di accettare questa sfida. L'invito a partecipare al bando è aperto a tutti coloro che siano interessati ad offrire un servizio aggiuntivo ai turisti che va oltre la stagione estiva. Una sfida importante che riteniamo, quest'anno, possa essere confermata e accolta da un numero crescente di operatori. Noi diamo gli strumenti attuativi per concretizzare queste proposte, spetterà al privato accoglierle. L'apertura da parte dell'amministrazione sarà massima per raggiungere e ottimizzare l'obiettivo, come sottolineato in diverse occasioni, di far si che Riccione sia appetibile sempre con idee nuove e accattivanti».

Inserito da: Mondo Balneare
Articolo pubblicato il:05/10/2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA