Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

    [20] => 
	

    [21] => 
	

    [22] => 
	

    [23] => 
	

    [24] => 
	

    [25] => 
	

    [26] => 
	

    [27] => 
	

    [28] => 
	

    [29] => 
	

    [30] => 
	

    [31] => 
	

    [32] => 
	

    [33] => 
	

    [34] => 
	

    [35] => 
	

)
Array
(
    [0] => 
	

)

''La spiaggia si può salvaguardare solo con il diritto di insistenza''

Lo chiede l'associazione Ambiente e/è Vita, che sabato organizza un convegno per approfondire la tematica del rinnovo delle concessioni.

Autore: Mondo Balneare

articolo pubblicato il 15/05/2018

mondo balneare

Un'associazione ambientalista chiede il ripristino del diritto di insistenza sulle concessioni balneari per salvaguardare l'ambiente costiero. Il messaggio giunge da Ambiente e/è Vita, organizzazione abruzzese che sabato prossimo organizza un convegno intitolato “La riforma dell’art. 37 del Codice della navigazione: la via italiana per la tutela dell’ambiente costiero”, in collaborazione con il consorzio turistico Costa dei Parchi e con il patrocinio del Comune di Tortoreto.

I lavori, in programma sabato 19 maggio alle ore 10 all'Hotel Parco sul Mare di Tortoreto (via Vascello 17), inizieranno con i saluti dei sindaci di Tortoreto Domenico Piccioni, di Alba Adriatica Tonia Piccioni e di Martisicuro Massimo Vagnoni. Seguiranno gli interventi di Rivo Ciabattoni (Consorzio Costa dei Parchi), di Mario Ciampi (Associazioni sportive Italiane), dell’avv. Benigno D’Orazio (presidente di Ambiente e/è Vita), del prof. Leonardo Salvemini (docente in diritto ambientale all'Università di Milano) e della prof.ssa Rita Tranquilli Leali (docente in diritto della navigazione all'Università di Teramo). Infine si terrà il dibattito condotto dall’avv. Emiliano Di Matteo, coordinatore provinciale dell’associazione di protezione ambientale.

«Riteniamo che in tema di concessioni demaniali il diritto di insistenza rappresenti lo strumento più efficace e in linea con la tradizione italiana per la tutela dell’ambiente costiero», dichiara l’avvocato D’Orazio esplicitando il tema del convegno. Nel corso dell'incontro verrà infatti affrontata l’annosa questione del rinnovo delle concessioni balneari esistenti, la cui scadenza è fissata al 2020 senza che, allo stato attuale, siano previste ulteriori proroghe.

Scopo del dibattito è quello di approfondire il tema più complessivo della tutela dell’ambiente costiero, considerato principio cardine della materia e verificare possibili vie di soluzione della problematica concessoria in chiave innovativa e originale.

Hanno già assicurato la partecipazione al convegno Fulvio Martusciello (eurodeputato Forza Italia), Antonio Zennaro (deputato Movimento 5 Stelle), Luigi D’Eramo (deputato Lega), Edoardo Tocco (consigliere Forza Italia in Regione Sardegna), Lorenzo Sospiri (consigliere Forza Italia in Regione Abruzzo), Ottavio Di Stanislao (Assobalneari-Confindustria Abruzzo), Morgan Di Concetto (Federbalneari Abruzzo e Molise), Giovanni Di Mattia (Cogevo Abruzzo), Giuseppe Susi (Fiba-Confesercenti Abruzzo), Riccardo Padovano (Sib-Confcommnercio Abruzzo), Stefano Cardelli (Ciba Pescara), Cristiano Tomei (coordinatore nazionale Cna Balneatori).

Inserito da: Mondo Balneare
Articolo pubblicato il:15/05/2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA