Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

    [20] => 
	

    [21] => 
	

    [22] => 
	

    [23] => 
	

    [24] => 
	

    [25] => 
	

    [26] => 
	

    [27] => 
	

    [28] => 
	

    [29] => 
	

    [30] => 
	

    [31] => 
	

    [32] => 
	

    [33] => 
	

    [34] => 
	

    [35] => 
	

    [36] => 
	

    [37] => 
	

    [38] => 
	

    [39] => 
	

    [40] => 
	

)
Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

)

Toscana, Ministero Ambiente stanzia 1,3 mln contro erosione costiera

Siglato un protocollo d'intesa con la Regione. Il progetto pilota di ripascimento parte dalle spiagge di Rosignano, Piombino e San Vincenzo.

Autore: Mondo Balneare

articolo pubblicato il 16/01/2018

mondo balneare

È stato siglato un protocollo d'intesa tra il Ministero dell’Ambiente e la Regione Toscana per contrastare l'erosione costiera. Presentata in un'apposita conferenza stampa tenutasi martedì scorso a San Vincenzo (Livorno), l'iniziativa prevede la realizzazione di interventi pilota per la difesa della costa dal fenomeno erosivo e dagli effetti dei cambiamenti climatici.

I dettagli del progetto

Il protocollo prevede interventi pilota da realizzare sulla costa di Piombino, Rosignano Marittimo e San Vincenzo, iniziando dal ripascimento di tutto l'arenile e da alcuni lavori di protezione della costa: una maxi operazione per la quale il Ministero dell'ambiente ha investito 1,3 milioni di euro.

In particolare, per la spiaggia di Vada è prevista la realizzazione di alcune scogliere, oltre al ripascimento per il quale la Regione Toscana ha attualmente in corso la procedura di gara per l’affidamento dei lavori; per l’arenile di San Vincenzo sarà effettuata la riconfigurazione della scogliera sommersa a sud del porto, oltre a un intervento di ripascimento la cui progettazione esecutiva è in corso di conclusione da parte del Comune di San Vincenzo in virtù di un accordo di collaborazione sottoscritto con la Regione Toscana il 9 novembre 2016; infine per l’arenile della costa est del golfo di Follonica sarà messo in campo un intervento di riequilibrio e ripascimento, la cui progettazione è in corso da parte della Regione Toscana.

I lavori di ripascimento terranno conto delle recenti direttive europee in materia, nonché delle norme nazionali, regionali e dello stesso protocollo di gestione delle zone costiere del Mediterraneo firmato a Madrid nel 2008.

L'iniziativa è di fondamentale importanza per affrontare un grave fenomeno come l'erosione costiera, che sta modificando il paesaggio della costa toscana e arrecando notevoli danni alle imprese balneari.

La soddisfazione del sottosegretario Velo

A presentare il progetto in conferenza stampa sono stati il sottosegretario del Ministero dell'ambiente Silvia Velo, l'assessore regionale all'ambiente e alla difesa del suolo Federica Fratoni, il consigliere regionale Gianni Anselmi e il sindaco di San Vincenzo Alessandro Bandini.

Questo il commento del sottosegretario Velo: «Come Ministero abbiamo messo a punto delle linee guida a livello nazionale per combattere l’erosione della costa, coinvolgendo i maggiori esperti, con l’obiettivo di realizzare interventi il più possibile efficaci. La Toscana ha realizzato dei progetti che sono subito cantierabili e con il protocollo abbiamo deciso così di realizzare degli interventi pilota. Un ulteriore passo a difesa di quel meraviglioso mare che è il Mediterraneo».

Inserito da: Mondo Balneare
Articolo pubblicato il:16/01/2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA