Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

    [20] => 
	

    [21] => 
	

    [22] => 
	

    [23] => 
	

    [24] => 
	

    [25] => 
	

    [26] => 
	

    [27] => 
	

    [28] => 
	

    [29] => 
	

    [30] => 
	

    [31] => 
	

    [32] => 
	

    [33] => 
	

    [34] => 
	

    [35] => 
	

)
Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

)

Le adesioni dei politici all'incontro di Assobalneari domani a Riccione

Ecco i deputati, senatori e assessori regionali che interverranno all'assemblea in programma al Palazzo del Turismo.

Autore: AssoBalneari

articolo pubblicato il 26/11/2017

mondo balneare

(ore 19.11) - Assobalneari-Confindustria comunica che alla sua assemblea in programma domani mattina a Riccione, alle ore 10.30 presso il Palazzo del Turismo, hanno dato l'adesione a intervenire le seguenti personalità politiche:

  • Deborah Bergamini (deputata Forza Italia)
  • Elio Massimo Palmizio (deputato Forza Italia)
  • Stefano Candiani (senatore Lega Nord)
  • Marco Scajola (assessore al demanio della Regione Liguria e coordinatore del tavolo interregionale sul demanio in Conferenza Stato-Regioni).

Introdurrà l'incontro il presidente di Assobalneari-Confindustria Fabrizio Licordari e sarà presente per portare i suoi saluti Renata Tosi, sindaco di Riccione. Modera i lavori il caporedattore di Mondo Balneare Alex Giuzio. La partecipazione è aperta a tutte le personalità politiche locali e nazionali nonché agli imprenditori balneari di tutta la regione.

L'appuntamento è intitolato "No alle aste, no alla legge ammazza imprese balneari". «Si tratta della prima di una serie di riunioni - annuncia Licordari - che organizzeremo in tutto il territorio nazionale per illustrare le negatività del disegno di legge n. 4302 che vuole mettere a gara gli stabilimenti balneari italiani».

«Abbiamo scelto di iniziare dal cuore della Romagna - prosegue Licordari - perché proprio da queste parti ha origine la volontà di portare avanti il ddl. Ma Assobalneari si oppone ai contenuti del testo, e per questo ci appelliamo a tutti gli imprenditori romagnoli del settore, affinché vengano ad ascoltare i lati negativi della riforma che il governo sta tentando di approvare. Senza pressapochismi, smaschereremo i pericolosi intenti del ddl e spiegheremo come l'azione di Assobalneari sia riuscita a rallentare l'iter del testo, soprattutto grazie al lavoro trasversale compiuto tra tutte le sigle facenti parte di Federturismo Confindustria».

Inserito da: AssoBalneari
Articolo pubblicato il:26/11/2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA