Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

    [20] => 
	

    [21] => 
	

    [22] => 
	

    [23] => 
	

    [24] => 
	

    [25] => 
	

)

DDL Spiagge, odg di Mazziotti per accelerare approvazione

Il deputato di ''Civici e innovatori'' polemizza con il collega Abrignani.

articolo pubblicato il 25/10/2017

mondo balneare

di Alex Giuzio

Botta e risposta tra deputati "civici" in merito alla riforma delle concessioni balneari, che oggi riprende la sua discussione alla Camera. Il deputato Andrea Mazziotti (Civici e innovatori, nella foto) ha risposto al collega Ignazio Abrignani (Scelta civica), che nei giorni scorsi ha invitato a «non parlare più» del disegno di legge, poiché «non ci sono i tempi tecnici per approvarlo» (vedi notizia). La proposta di Abrignani, com'è noto, è quella di «sdemanializzare le aree su cui insistono gli stabilimenti balneari, per evitare le gare di imprese private situate su suoli che hanno perso le caratteristiche pubbliche».

Ma l'on. Mazziotti, già noto agli imprenditori balneari per essere autore di un emendamento al disegno di legge che, se approvato, obbligherà tutti i titolari di concessioni demaniali marittime a pubblicare l'entità del canone pagato allo Stato sul proprio sito web, si discosta dalle tesi di Abrignani e con un ironico tweet dichiara: «Da Abrignani una "proposta liberale": anziché fare gare, vendiamo/regaliamo le spiagge a stabilimenti (ovviamente senza gara?)».

Il deputato di "Civici e innovatori" è infatti un convinto sostenitore del disegno di legge di iniziativa governativa, che intende istituire le evidenze pubbliche delle concessioni balneari, tanto che nei giorni scorsi ha depositato alla Camera un ordine del giorno che chiede al governo di impegnarsi per approvare il disegno di legge entro la fine della legislatura, al contrario di quanto sostiene Abrignani. «Si tratta di un provvedimento importante per alzare il livello di trasparenza e concorrenza all’interno di un settore regolato da una normativa interna più volte contestata a livello comunitario», recita l'odg di Mazziotti, chiedendo al governo di impegnarsi «ad adottare tutte le iniziative di competenza al fine di assicurare l'approvazione definitiva del provvedimento in esame entro la fine della legislatura e attivare immediatamente dopo l’approvazione un tavolo interministeriale per un effettivo esercizio della delega, anche prima dei termini previsti, anche al fine di evitare il rischio di nuove procedure di infrazione».

Per scaricare il testo integrale dell'ordine del giorno firmato da Mazziotti, clicca qui.

Inserito da: Mondo Balneare
25/10/2017

 
 
 
Rivista Online di MondoBalneare.com

Best Beach Bar