Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

    [20] => 
	

    [21] => 
	

    [22] => 
	

    [23] => 
	

    [24] => 
	

    [25] => 
	

)

Balneari, saltano le mozioni anti-Bolkestein in Senato

L'accusa di Forza Italia e Lega Nord: ''Il Pd ha fatto mancare il numero legale per impedire la discussione''

articolo pubblicato il 18/10/2017

mondo balneare

Sono saltate le due mozioni proposte ieri da Lega Nord e Forza Italia in Senato per escludere gli imprenditori balneari dalla direttiva Bolkestein: «Il Partito democratico ha negato il numero legale per la discussione delle mozioni», accusa il vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri, tra i promotori dei testi che chiedevano di escludere i balneari e gli ambulanti dalla direttiva europea Bolkestein, la quale apre alle evidenze pubbliche delle concessioni, oggetto di un disegno di legge del governo in discussione in questi giorni alla Camera.

«Chiediamo che si rivedano le norme liberticide nei confronti delle imprese balneari e del commercio ambulante», esorta Gasparri. «Il Pd, invece, facendo da guardiano all’Europa, vuole fare leggi sballate e mettere in ginocchio settori produttivi fondamentali per l’Italia», ha aggiunto il senatore di Forza Italia, ricordando che «le imprese balneari sono decisive ai fini del turismo».

L'accusa del senatore è pesante: «Il Pd impedisce un libero confronto perché evidentemente preferisce che dilaghino grande distribuzione, commercio elettronico e altre attività illegali. Nel frattempo porta avanti una legge che non sarà mai approvata definitivamente perché, anche se alla Camera riuscissero a condurla in porto, al Senato faremmo un’opposizione frontale. Tra l’altro, essendo le sedute del martedì mattina riservate a mozioni proposte dall’opposizione, da parte del Pd impedirne la discussione rappresenta un atto di arroganza liberticida tipico della natura di questo partito».

Altrettanto infuriato è il senatore della Lega Nord Gian Marco Centinaio, che attacca: «Per tre volte in aula il Partito democratico ha fatto mancare il numero legale impedendoci di discutere la nostra mozione sulla direttiva Bolkestein e quelle degli altri gruppi. Da tempo battagliamo per modificare le norme imposte da Europa e governo che stanno affossando le imprese balneari e gli ambulanti, ma nel Partito democratico ci sono solo servi dell’Europa che per sottostare ai diktat della grande distribuzione e delle multinazionali del turismo vogliono seppellire definitivamente comparti economici essenziali per il Paese. In ultimo, da un punto di vista politico e per lo svolgimento del dibattito democratico del Paese, impedire la discussione delle mozioni è un atto gravissimo del quale chiederemo conto».

Inserito da: Mondo Balneare
18/10/2017

 
 
 
Rivista Online di MondoBalneare.com

Best Beach Bar