Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

    [20] => 
	

    [21] => 
	

    [22] => 
	

    [23] => 
	

    [24] => 
	

    [25] => 
	

    [26] => 
	

    [27] => 
	

    [28] => 
	

    [29] => 
	

    [30] => 
	

)

Riforma spiagge, Tomei (Cna): ''No alla liquidazione del sistema balneare''

''Nel ddl all'esame della Camera vanno inseriti temi fondamentali come il legittimo affidamento per scongiurare le aste''.

articolo pubblicato il 12/09/2017

mondo balneare

«No alla liquidazione del sistema balneare italiano: nel disegno di legge sulle concessioni demaniali marittime vanno ancora inseriti dei temi fondamentali come il legittimo affidamento». È quanto afferma Cristiano Tomei, presidente Cna Balneatori, alla vigilia della discussione del ddl di riordino delle concessioni balneari, che riprenderà domani il suo iter nelle commissioni congiunte VI e X della Camera dei deputati in seguito alla pausa estiva (vedi notizia, NdR).

«Alle audizioni tenutesi lo scorso maggio, Cna Balneatori ha portato dei temi fondamentali all'attenzione delle commissioni riunite - sottolinea Tomei - con l'obiettivo di dare delle precise garanzie a tutela delle attuali imprese balneari: il legittimo affidamento, il valore d'impresa, il periodo transitorio molto lungo, il doppio binario per via della non scarsità della risorsa, l'equa riforma dei canoni, il turismo integrato. Su tali cardini abbiamo predisposto la nostra azione giuridica e sindacale proprio per volere della base degli imprenditori balneari».

«Si tratta di argomenti che vanno ancora adeguatamente approfonditi - prosegue il coordinatore di Cna Balneatori - e che vanno inseriti nel disegno di legge all'esame della Camera e in tutti gli atti a esso conseguenti, al fine di scongiurare la liquidazione del sistema balneare italiano e di evitare le aste per le attuali imprese balneari».

«Alla fiera Sun di Rimini, con l'assemblea nazionale di Cna Balneatori in programma il 13 ottobre, le imprese balneari avranno un'occasione fondamentale per trasmettere alla politica e alle istituzioni questo messaggio denso di contenuti giuridici e sindacali, in quello che sarà un grande confronto democratico. La nostra piattaforma sindacale potrà infatti essere votata e approvata da tutte le imprese presenti e sarà poi comunicata alla politica come elemento di confronto costruttivo».

Inserito da: Mondo Balneare
Articolo pubblicato il:12/09/2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi questo articolo con i tuoi amici
 
 
 
Rivista Online di MondoBalneare.com

Best Beach Bar