Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

    [20] => 
	

    [21] => 
	

    [22] => 
	

    [23] => 
	

    [24] => 
	

    [25] => 
	

)

L'appello del Sib alle Regioni per tutelare le imprese balneari

Riceviamo e pubblichiamo la lettera che Riccardo Borgo, presidente Sib-Confcommercio, ha inviato oggi ai rappresentanti delle Regioni in vista della Conferenza di domani che prenderà posizione sul ddl di riforma delle concessioni di spiaggia.

articolo pubblicato il 19/04/2017

mondo balneare

di Riccardo Borgo

Egr. Sig. Stefano Bonaccini
Presidente Conferenza delle Regioni

Egr. Sig. Assessore Marco Scaloja
Coordinatore Commissione Demanio Conferenza delle Regioni

Egr. Sig. Assessore Giovanni Lolli
Coordinatore Commissione Turismo Conferenza delle Regioni

Le imprese balneari italiane sono in trepidante attesa dell’esito degli incontri istituzionali che si terranno in questi giorni, a partire dalla riunione odierna delle commissioni congiunte Turismo e Demanio finalizzata a elaborare una posizione comune da fornire nella riunione della Conferenza delle Regioni programmata per il prossimo 20 aprile e che vede all’odg le “Valutazioni in merito al disegno di legge recante 'Delega al governo per la revisione e il riordino della normativa relativa alle concessioni demaniali marittime, lacuali e fluviali ad uso turistico-ricreativo' (governo C. 4302 e abbinate) da rappresentare in audizione alle Commissioni riunite Finanze e Attività produttive, commercio e turismo della Camera dei deputati”.

Le Regioni hanno sempre e sin qui manifestato vicinanza alla categoria, consapevoli dei gravi effetti che si avrebbero per la tutela dei diritti e per la stessa tenuta sociale con l’eventuale messa a gara delle aziende attualmente operanti.

Abbiamo apprezzato tutti gli interventi legislativi emanati in questi anni dalle varie regioni (l.r. Emilia-Romagna n. 8 del 23 luglio 2009; l.r. Toscana n. 77 del 23 dicembre 2009 e n. 31 del 9 maggio 2016; l.r. Marche n. 7 dell'11 febbraio 2010; l.r. Veneto n. 13 del 16 febbraio 2010; l.r. Abruzzo n. 3 del 18 febbraio 2010, nonché quella approvata in data 6 aprile 2017 e non ancora pubblicata; l.r. Puglia n. 17 del 10 aprile 2015; l.r. Campania n. 6 del 5 aprile 2016). Purtroppo la quasi totalità delle norme di tutela delle imprese attualmente esistenti contenute nelle leggi regionali è stata abrogata dalla Corte costituzionale su impugnativa del governo per incompetenza sulla materia. Come è noto infatti, la disciplina dell’affidamento delle concessioni demaniali marittime attiene alla concorrenza, che è una materia esclusiva dello Stato ex art. 117, secondo comma, lettera e), della Costituzione.

Recentemente la Consulta ha ribadito siffatto principio con la sentenza n. 40 del 24 febbraio 2017 relativamente alla legge regionale della Puglia n. 17 del 10 aprile 2015 sulla disciplina e l’uso della costa, affermando che sono «inibiti alle Regioni interventi normativi diretti ad incidere sulla disciplina dettata dallo Stato, finanche in modo meramente riproduttivo della stessa (sentenza n. 245 del 2013, che richiama le sentenze n. 18 del 2013, n. 271 del 2009, n. 153 e n. 29 del 2006)» (punto 6).

Ciononostante le concessioni demaniali marittime ad uso turistico ricreativo rientrano nella competenza regionale per la materia turistica. Rappresentano un utile contributo sia l’ordine del giorno approvato dalla Conferenza delle Regioni e delle Provincie Autonome (Prot. 16/115/CR11a/C5-C16 ) nella seduta del 20 ottobre 2016 che tutti i documenti approvati dalla stessa Conferenza, ultimo dei quali nella seduta del 25 marzo 2015 (Prot. 15/22/CR09/C5).

Proprio per questo chiediamo alle Regioni di continuare a difendere e salvaguardare queste imprese. A tale scopo riteniamo utile inviare il promemoria unitario con Fiba-Confesercenti e Oasi-Confartigianato notificato a tutti i componenti delle commissioni VI e X della Camera dei Deputati del 6 aprile 2017 al quale ci rimettiamo e che chiediamo sia condiviso e sostenuto dalle Regioni costiere italiane (clicca qui per leggerlo, NdR).

Riccardo Borgo è presidente Sib-Confcommercio

Inserito da: Sib
19/04/2017

 
 
 
Rivista Online di MondoBalneare.com

Best Beach Bar