Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

    [20] => 
	

    [21] => 
	

    [22] => 
	

    [23] => 
	

    [24] => 
	

    [25] => 
	

    [26] => 
	

    [27] => 
	

    [28] => 
	

    [29] => 
	

    [30] => 
	

    [31] => 
	

    [32] => 
	

    [33] => 
	

    [34] => 
	

    [35] => 
	

    [36] => 
	

    [37] => 
	

    [38] => 
	

    [39] => 
	

)
Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

)

'Voucher lavoro, per i balneari è un peccato abolirli'

Borgo (Sib): 'Erano uno strumento molto comodo per gestire i dipendenti dei nostri stabilimenti'

Autore: Sib

articolo pubblicato il 09/03/2017

mondo balneare

«I voucher lavoro sono uno strumento che certamente faceva comodo agli imprenditori balneari, in quanto se usati bene ci permettevano di superare alcune difficoltà che avremmo potuto incontrare nella gestione dei dipendenti, come, per esempio, quando un bagnino si assentava dallo stabilimento balneare».

Così Riccardo Borgo, presidente del Sindacato italiano balneari - Confcommercio, parla con Labitalia dei voucher, in vista delle prime aperture degli stabilimenti balneari.

«Ci dispiace molto che, per punire chi ne faceva un uso improprio, si rischia di eliminare - sottolinea Borgo - una buona opportunità per il nostro settore che, ricordiamo, è costituito da 30.000 imprese balneari e 100.000 addetti diretti».

fonte: Adnkronos / Labitalia

Inserito da: Sib
Articolo pubblicato il:09/03/2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA