Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

    [20] => 
	

    [21] => 
	

    [22] => 
	

    [23] => 
	

    [24] => 
	

    [25] => 
	

    [26] => 
	

    [27] => 
	

    [28] => 
	

    [29] => 
	

    [30] => 
	

)

Liguria ribelle: 'No al ddl ammazza balneari'

Lunedì parte il tour di protesta con l'assessore regionale Marco Scajola.

articolo pubblicato il 01/03/2017

mondo balneare

Dalla Liguria parte un tour contro il disegno di legge di riforma delle concessioni balneari, varato lo scorso 27 gennaio dal consiglio dei ministri per istituire le evidenze pubbliche delle spiagge. "La Liguria si ribella: un tour per dire NO al ddl ammazzabalneari", recita la locandina che promuove l'iniziativa. Quattro le tappe iniziali: si parte lunedì 6 marzo da Varazze, per proseguire ad Arma di Taggia (7 marzo), Laigueglia (8 marzo) e Loano (10 marzo).

Saranno l'assessore regionale Marco Scajola, il consigliere Angelo Vaccarezza e la presidente di Donnedamare Bettina Bolla a prendere parte al tour che si propone di «narrare ciò che sta succedendo alla categoria dei balneari, vessata da dieci anni di incertezza normativa e in forte stato di agitazione dalla recente presentazione da parte del governo di un ddl “ammazzabalneari”», come recita il comunicato che promuove l'iniziativa.

«Balneari, taxisti, ambulanti, ormeggiatori sono solo alcune delle categorie che rischiano di essere demolite dall’errata applicazione della direttiva Bolkestein. A loro si aggiungono i pescatori, non colpiti direttamente dalla direttiva, ma dall’imposizione da parte dell’Europa di norme assurde che ne mettono a rischio la sopravvivenza. Tutto ciò avviene purtroppo con la complicità del governo, che da una parte tutela le banche, le multinazionali e le società petrolifere, mentre dall’altra rovina le piccole imprese e le famiglie. Da qui nasce l’idea del tour “La Liguria si ribella”», prosegue il comunicato.

La prima tappa, in programma lunedì 6 marzo alle 17.30 al Kursaal Margherita di Varazze (Corso Matteotti 15), sarà battezzata dall'avvocato ed ex senatore Massimo Baldini, autore della legge sul rinnovo automatico delle concessioni balneari, poi abrogato per adeguarsi alla direttiva Bolkestein. In rappresentanza degli ambulanti parteciperà anche Giuseppe Occhiuto. Queste le altre tappe:

  • Arma di Taggia, martedì 7 marzo alle ore 17, presso Villa Boselli
  • Laigueglia, mercoledì 8 marzo alle ore 17.30, presso Sala Seymour (Piazza San Matteo, sopra la Croce Bianca)
  • Loano, venerdì 10 marzo alle ore 17.30, presso Ristorante Buon Vento (banchina ponente della Marina)

Clicca qui per visualizzare la locandina dell'evento.

Inserito da: Mondo Balneare
Articolo pubblicato il:01/03/2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi questo articolo con i tuoi amici
 
 
 
Rivista Online di MondoBalneare.com

Best Beach Bar