Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

    [20] => 
	

    [21] => 
	

    [22] => 
	

    [23] => 
	

    [24] => 
	

    [25] => 
	

    [26] => 
	

    [27] => 
	

    [28] => 
	

    [29] => 
	

    [30] => 
	

    [31] => 
	

    [32] => 
	

    [33] => 
	

    [34] => 
	

    [35] => 
	

    [36] => 
	

    [37] => 
	

    [38] => 
	

    [39] => 
	

    [40] => 
	

)
Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

)

Canoni balneari, dal 2017 si paga solo con F24

Varato il provvedimento che istituisce un apposito modello dedicato ai concessionari demaniali marittimi.

Autore: Mondo Balneare

articolo pubblicato il 17/09/2016

mondo balneare

A partire dal 1° gennaio 2017 andranno versati mediante il modello di pagamento “F24 - Versamenti con elementi identificativi” i canoni relativi alle concessioni demaniali marittime e i relativi accessori, interessi e sanzioni, ivi compresi gli indennizzi dovuti in caso di utilizzazione senza titolo di beni del demanio marittimo e relative pertinenze e di realizzazione sui beni demaniali marittimi di opere inamovibili - in difetto assoluto di titolo abilitativo o in presenza di titolo abilitativo che, per il suo contenuto, è incompatibile con la destinazione e disciplina del bene demaniale - nonché i relativi accessori, interessi e sanzioni.

Con provvedimento del 14 settembre 2016, l’Agenzia delle entrate ha disposto l’estensione alle entrate da demanio marittimo delle modalità di versamento tramite modello F24, come previsto dal decreto interministeriale del 19 novembre 2015.

Il modello “F24 - Versamenti con elementi identificativi”, relativo alle sole entrate da demanio marittimo, è generato automaticamente dal Sistema informativo demanio marittimo (SID) del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ed è reso disponibile dagli enti impositori. Con successiva risoluzione, l’Agenzia delle entrate provvederà a istituire i codici tributo da utilizzare per i versamenti e a impartire le istruzioni per la compilazione dei modelli di pagamento.

Come presentare il modello F24 per i canoni delle concessioni balneari

I soggetti titolari di partita Iva dovranno presentare il modello di pagamento “F24 - Versamenti con elementi identificativi” esclusivamente con modalità telematiche, direttamente o attraverso gli intermediari abilitati, utilizzando i servizi telematici dell’Agenzia delle entrate e del sistema bancario e postale.

I soggetti non titolari di partita Iva, nel caso in cui il saldo finale del modello “F24 - Versamenti con elementi identificativi” risulti superiore a 1.000 euro, presenteranno il modello esclusivamente con le modalità telematiche.

È comunque possibile presentare il modello F24 anche in forma cartacea presso gli sportelli delle banche, delle Poste Italiane e degli agenti della riscossione, riportando, in ogni caso, i riferimenti esatti presenti nei modelli di pagamento precompilati, generati automaticamente dal Sistema informativo demanio marittimo.

fonte: Ipsoa

Inserito da: Mondo Balneare
Articolo pubblicato il:17/09/2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA